Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Esposto sul direttore sanitario dell'Asp, i sindacati: “Non ha i requisiti per la nomina”

Fp Cgil Medici e Uil Fpl Area Medica, scrivono all'assessore Razza e all'Anticorruzione “smontando” il curriculum di Sindoni. Che replica: “Il problema non esiste, ho dieci anni di anzianità nei servizi sanitari di base”

Sarebbe illegittimo l’incarico di direttore sanitario dell’Asp attribuito a Domenico Sindoni. Lo sostengono con una nota il segretario aziendale della Fp Cgil Medici Emilio Cortese e il coordinatore della Uil Fpl Area Medica, Mario Macrì.

Un esposto, che prende in esame punto per punto i titoli e i requisiti dichiarati da Sindoni nel “curriculum vitae” pubblicato sul sito istituzionale dell’Asp di Messina, è stato inviato non solo al direttore generale e all’assessore alla Salute Ruggero Razza ma anche al presidente dell’ Anticorruzione, a quello della Commissione nazionale Antimafia e Corte dei Conti.

Secondo l’esposto, Sindoni non poteva essere iscritto nell’Elenco Regionale degli idonei alla nomina di direttore sanitario e poi essere, più volte nominato direttore sanitario dell’Asp di Messina (in vari periodi. dal 2014 al 2017 e poi di nuovo nel 2018-2019), perché il requisito essenziale – quello di avere ricoperto il ruolo di direttore medico di presidio ospedaliero nella struttura complessa del presidio ospedaliero  di Barcellona Pozzo di Gotto a decorrere dal 29 ottobre 2004 risulterebbe illegittimo.

E’ illegittimo perché Sindoni a quel tempo non aveva la specializzazione in Igiene nè tantomeno l’anzianità di servizio nella disciplina di dieci anni  così come previsto dalla legge.   

Una contestazione simile a quella già mossa dai sindacati non solo nei confronti del direttore sanitario del Policlinico, Antonio Levita ma anche al direttore sanitario dell’ospedale Papardo, Giuseppe Ranieri Trimarchi, per il quale è stata presentata anche una interrogazione parlamentare dal deputato regionale del M5Stelle Antonio De Luca.

“Io sono sereno e preferisco non commentare - liquida il dottore Sindoni interpellato sulla contestazione dei sindacati - se lei dovesse leggere il mio curriculum vedrebbe che ho dieci anni di anzianità nei servizi sanitari di base, che è equipollente all'area di igiene pubblica. Quindi il problema non esiste”.

“Ma servizi di base non è equipollente”, i sindacati tornano alla carica

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esposto sul direttore sanitario dell'Asp, i sindacati: “Non ha i requisiti per la nomina”

MessinaToday è in caricamento