Asp, nominati i responsabili delle direzioni mediche a Patti e Sant'Agata: ma il diretto interessato non lo sa

Gli auguri di buon lavoro da parte del direttore generale Paolo La Paglia a Catalfamo, Giallanza e Reitano e Ceratti. Restano i dubbi del sindacato

Paolo La Paglia

Non si spengono i riflettori sui ricollocamenti in alcune strutture ospedaliere. Il direttore generale Paolo La Paglia ha comunicato che “dopo il ricollocamento del dottore Eugenio Ceratti, già direttore medico del presidio ospedaliero di Patti, nel prestigioso incarico di direttore della Uoc Screening con competenza su tutto il territorio provinciale, e della dottoressa Paolina Reitano, già direttore medico medico del presidio ospedaliero di S.Agata Militello, a direttore del Distretto Sanitario di Patti, la direzione strategica dell'Aspdi Messina ha disposto che dal 22 giugno Franco Catalfamo, assuma le funzioni di responsabile della direzione medica del presidio ospedaliero di Patti, e Antonino Giallanza, Risk Manager Aziendale, in quello  di Sant'Agata Militello.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una comunicazione con tanto di auguri di buon lavoro che ha lasciato perplesso il responsabile della Uil Fpl Area Medica Mario Macrì che sui ricollocamenti ha denunciato il direttore generale incassando dalla Presidenza del Consiglio dei ministri una diffida all'Asp. “La Paglia crede con questa nota di gettare acqua sul fuoco della annosa vicenda delle ritardate ricollocazioni - spiega Macrì -  In realtà quest’ultima dichiarazione, ci crea ulteriore disorientamento in quanto disattende la sua stessa delibera del 11 giugno 2020 che vedeva ricollocato il dott. Ceratti all’Uoc Accreditamento. Aspetto incredibile di tutta la vicenda è che il diretto interessato a tutt’oggi non ha mai ricevuto alcuna disposizione ufficiale in merito, ma solo dalla stampa. La vicenda non è per niente conclusa. Noi continueremo a vigilare sulla trasparenza e legalità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Far west sui Colli Sanrizzo, insulti e schiaffi tra due famiglie nell'area attrezzata di Musolino

  • Cade da cavallo e sbatte la testa, 18enne in gravissime condizioni

  • Rientro in classe, la pediatra Caputo: “Con queste regole si rischia il caos”

  • Rissa tra ragazzine a Villa Dante, due ferite: quattro pattuglie dei vigili per calmare gli animi

  • Ucciso a Los Angeles il regista Serraino, “Un amore spropositato per Messina che non gli ha mai tributato nulla”

  • La nuova Maserati Corse parla messinese, nel team di progettazione due ex studenti UniMe

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento