Dissesto idrogeologico a Brolo, progetto per la frazione Iannello

L’obiettivo è individuare una soluzione che restituisca la piena sicurezza nel versante ovest. Il sito ha una classificazione R4, di rischio molto elevato, che impone lavori urgenti già finanziati con circa cinque milioni di euro

Quello dell’instabilità e del degrado geomorfologico della frazione di Iannello, a Brolo, è un problema che si trascina da decenni. Un dissesto che ha messo a rischio oltre all’incolumità dei residenti anche le loro abitazioni, la rete dei sottoservizi e la sicura percorribilità della strada provinciale 143 nella quale, in diversi casi, sono caduti grossi massi, che ne hanno causato la chiusura al transito.

Una situazione di impasse che adesso si è sbloccata, con l’aggiudicazione della progettazione esecutiva per il consolidamento dell’intera area, a cura della Struttura contro il dissesto idrogeologico, guidata dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci.

Gli Uffici diretti da Maurizio Croce hanno definito le ultime procedure: a eseguire le indagini tecniche per l’aggiornamento del progetto definitivo e per la stesura di quello esecutivo sarà un raggruppamento temporaneo di professionisti coordinato dalla Civil projects engineering & contracting srls di Messina, per un importo di poco inferiore ai 130 mila euro e grazie a un ribasso del 51,04 per cento.

L’obiettivo è quello di individuare una soluzione progettuale che restituisca la piena sicurezza nel versante ovest - quello cosiddetto inferiore - della frazione di Iannello, attraverso un sistema di paratie di pali già previsto. Il sito ha una classificazione R4, di rischio molto elevato, ed è stato più volte teatro di frane e smottamenti che si sono ripetuti negli ultimi vent’anni e che impongono lavori urgenti, peraltro già finanziati con circa cinque milioni di euro e in attesa soltanto del documento progettuale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I Pooh e il concerto non previsto in cartellone, Torre Faro "svegliata" a notte fonda per l'evento musicale dell'anno

  • Dall'aggressione fisica all'auto bruciata: la storia di Alessandro Gonciaruk, vittima di intimidazione a Zafferia

  • L'indagine sulla Banca di Credito Peloritana, raffica di perquisizioni nelle aziende

  • "Scambio" di morti in obitorio, famiglia seppellisce la salma sbagliata

  • Non ci sono bombole, malata di Covid rischia la vita: il medico del 118 denuncia tutto ai carabinieri

  • Su Viviana e Gioele indagini per altri due mesi, Daniele Mondello: "Orribile non poter ancora dar loro sepoltura"

Torna su
MessinaToday è in caricamento