menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Pecorini mare a Filicudi

Pecorini mare a Filicudi

Dissesto idrogeologico a Filicudi, un progetto per la strada del centro abitato

Aggiudicate le indagini tecniche e i servizi di ingegneria utili alla progettazione per la messa in sicurezza dell’unica strada che collega il porto con la frazione di Pecorini

A Filicudi, nell’arcipelago delle Eolie, serviva un progetto esecutivo per la messa in sicurezza dell’unica strada che collega il centro abitato e il porto con la frazione di Pecorini. La Struttura contro il dissesto idrogeologico, che ha al suo vertice il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, ha colmato questa lacuna nel più breve tempo possibile.

Gli Uffici diretti da Maurizio Croce hanno infatti aggiudicato al raggruppamento temporaneo di professionisti coordinato dalla Iencon Scarl di Roma - in virtù di un ribasso pari al 52,2 per cento e per un importo di poco superiore ai cinquantamila euro - le indagini tecniche e i servizi di ingegneria utili alla progettazione.

Si chiude così nel migliore dei modi una vicenda che non pochi disagi e pericoli ha creato ai residenti e ai turisti, in una delle mete più ambite della nostra Isola: il tratto stradale, a causa della caduta di massi sulla carreggiata, in diverse occasioni è stato chiuso al transito, causando lunghi periodi di isolamento per la borgata di Pecorini, con danni per gli esercizi commerciali e per le strutture ricettive esistenti.  

L’intervento in questione, che ha già una copertura finanziaria di oltre due milioni di euro, prevede il consolidamento dei versanti e il rifacimento del manto stradale con la scarifica di alcune sue parti. Verrà altresì ripristinata la segnaletica orizzontale e verticale, oltre alla collocazione di reti paramassi e di una gabbionata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Parità di genere, musica e confronto in diretta streaming

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento