Buoni Spesa, da oggi le domande: così il modulo per la richiesta dei voucher

L’Avviso rientra nelle misure di sostegno all’emergenza socio-assistenziale da Covid-19 finanziate dal programma Pon metro. Fino al 27 le richieste

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MessinaToday

Si avvisa la cittadinanza che da oggi, lunedì 23 e sino alle ore 20 di venerdì 27 è aperto l’Avviso Pubblico per l’accesso ai buoni spesa per l’acquisto di beni di prima necessità (alimenti, prodotti farmaceutici, per l’igiene personale e bombole del gas). L’Avviso rientra nelle misure di sostegno all’emergenza socio-assistenziale da Covid-19 finanziate dal programma PON METRO 2014-2020, a favore dei soggetti facenti parte di nuclei familiari che si trovano in stato di bisogno a causa dell’emergenza sanitaria.

I cittadini che vogliono presentare istanza di rimborso delle suddette utenze devono utilizzare esclusivamente la piattaforma online accedendo attraverso il motore di ricerca: Comune di Messina Family Card o all’indirizzo https://familycard.comune.messina.it/.

• Il richiedente che effettua l’accesso per la prima volta deve seguire la procedura di registrazione (inserendo nei campi la mail di riferimento) e:
1. attendere che gli vengano comunicate le credenziali personali sulla mail registrata.
2. rientrare nel sito Comune di Messina Family Card per effettuare l’accesso in piattaforma.
• Se il richiedente ha già presentato la domanda online, oppure se è già in possesso delle credenziali, accede all’area riservata cliccando sul pulsante”Accedi”.

L’Avviso prevede tre tipologie di richiedenti:
A) che nessun componente del nucleo familiare percepisca alcun reddito da lavoro, né da rendite finanziarie o proventi monetari a carattere continuativo di alcun genere;
B) che nessun componente del nucleo familiare percepisca alcuna forma di sostegno pubblico (es. Reddito di Cittadinanza, Reddito di Emergenza, Naspi, Indennità di mobilità, CIG, pensioni varie, ecc.). Non fanno reddito l’indennità di accompagnamento, il contributo di disabilità gravissima e l’indennità di frequenza.
C) che uno o più componenti del nucleo familiare percepisca forme di sostegno pubblico, a qualsiasi titolo e comunque denominato, ovvero di buoni spesa/voucher erogati ad altro titolo per emergenza COVID-19, per un importo inferiore rispetto ai valori unitari sopra riportati; in questo caso, allo stesso potrà essere attribuita la differenza tra l’importo massimo previsto dal presente Avviso e l’importo percepito a valere sui precedenti benefici.
Per accedere al beneficio occorre seguire le seguenti modalità:
– l’istanza dovrà essere presentata solo ed esclusivamente da uno dei componenti il nucleo familiare.
Il contributo “Messina Family Card” – buoni spesa – è erogato agli aventi diritto con validità dal 1° dicembre 2020 per un mese, suddiviso in 4 quote settimanali.
Solo i richiedenti che non posseggono la strumentazione adeguata (personal computer, tablet, smartphone, email, stampanti) o coloro che, pur disponendo della dotazione digitale, non hanno le abilità per effettuare l’inserimento online dell’istanza in maniera corretta, potranno rivolgersi agli SPORTELLI ISTITUITI PRESSO LE CIRCOSCRIZIONI COMUNALI DI APPARTENENZA, negli orari di ricevimento al pubblico, per avere il supporto necessario, osservando le misure di protezione (mascherine) e di distanziamento sociale previste nell’attesa del proprio turno.

Coloro che, oltre a non possedere la strumentazione adeguata o le abilità digitali, non possono recarsi alla Circoscrizione a causa di impedimento fisico certificato, permanente o temporaneo, della mobilità o delle libertà, potranno contattare direttamente i numeri di riferimento dell’Azienda Speciale Messina Social City, ai recapiti telefonici 320 0459542 e 388 1039638, per ricevere istruzioni in merito.

Chiunque avesse invece difficoltà nella compilazione della domanda, per informazioni, potrà utilizzare i seguenti numeri telefonici: 366 9396261 – 366 9396419 – 366 9396421 dalle ore 8.30 alle 12.30 da lunedì a venerdì; martedì e giovedì anche dalle 14.30 alle 16.30.
Per ricevere assistenza su malfunzionamenti tecnici sulla piattaforma si potrà contattare il recapito 090 2144613.
Saranno escluse:
• le istanze presentate dai nuclei familiari le cui forme di sostegno pubblico, a qualsiasi titolo e comunque denominato, ovvero i buoni spesa erogati ad altro titolo per l’emergenza Covid-19, superano i parametri economici sopra indicati.
• Le istanze presentate da più componenti dello stesso nucleo familiare.
• Le istanze presentate da coloro che hanno fatto richiesta per l’accesso ad analoghe misure di sostegno previste per l’emergenza Covid-19.
Chi volesse rinunciare al buono spesa “Messina Family Card” o chi, per errore, volesse ripetere la richiesta fino alla apertura dell’Avviso, può farlo accedendo alla piattaforma con le credenziali ricevute a mezzo mail, cliccare il tasto “annulla domanda”; chi invece ha usufruito del servizio di supporto presso le Circoscrizioni, dovrà recarsi alla sede della propria Circoscrizione e sottoscrivere apposita dichiarazione motivata della richiesta di annullamento/modifica dell’istanza.
I beneficiari dei buoni spesa, in caso di malattia, quarantena o decorso post ospedaliero, potranno delegare persona terza, in forma scritta, con documento del delegante e del delegato da esibire al momento dell’utilizzo del buono spesa.

I buoni spesa/voucher per singolo nucleo familiare hanno un valore unitario massimo di:
• 300 euro per un nucleo composto da una sola persona;
• 400 euro per un nucleo composto da due persone;
• 600 euro per un nucleo composto da tre persone;
• 700 euro per un nucleo composto da quattro persone;
• 800 euro per un nucleo composto da cinque o più persone.

Sul sito istituzionale del Comune di Messina, al link https://comune.messina.it/avvisi/messina-family-card/ è riportato l’elenco degli esercizi commerciali convenzionati per l’utilizzo del Buono Spesa che dovrà essere utilizzato, preferibilmente, presso gli esercizi commerciali ricadenti nel territorio della Circoscrizione di residenza.
II Comune condurrà verifiche a campione sulla veridicità delle istanze ricevute. Eventuali false dichiarazioni, oltre che rispondere del reato di falso alle autorità competenti, faranno perdere al nucleo familiare destinatario ogni diritto in relazione al presente Avviso con obbligo di restituzione delle somme percepite.

Torna su
MessinaToday è in caricamento