Cronaca Merì

Merì, arrivano le prime mascherine donate dalla Cina: il Comune pronto alla distribuzione negli ospedali

Il gesto di solidarietà dal paese che per primo ha subito l'emergenza Coronavirus, in omaggio al maestro Lorenzo Chinnici che con l'assessore Arcoraci li aveva coinvolti in un progetto culturale. Unico rammarico: mancano all'appello 150 pezzi. Il sindaco annuncia una denuncia contro ignoti

Sono arrivate a destinazione le mascherine promesse dalla Cina al Comune di Merì. La Protezione civile è impegnata in queste ore insieme ai vertici del Comune nella distribuzione. In prima linea l’assessore Carmelo Arcoraci e il sindaco Filippo Gervasio Bonansinga. Per prima cosa saranno riforniti gli ospedali a partire da Barcellona Pozzo di Gotto.

Cinquantamila mascherine dalla Cina a Merì

Sono 2.500 i primi dispositivi di sicurezza già arrivati dalla Camera di Commercio e dal governo di Sinepark e del Parco ecologico Hingbo e nei prossimi giorni arriveranno altri colli con altrettanti pezzi fino a un massimo di 50mila. Altre quattromila sono state messe a disposizione dal governo Huanshang city.

Il grande gesto di generosità annunciato nei giorni scorsi al Comune come segno di riconoscimento e affetto dopo essere stato coinvolto in iniziative culturali dall'assessore Arcoraci e dal maestro Lorenzo Chinnici, che di Merì è originario.

Il Comune di Merì sta predisponendo per i comuni che hanno donato, una targa di ringraziamento e l’invio di tre opere messe a disposizione per il governo cinese dal pittore Lorenzo Chinnici come gesto di riconoscenza.

“L'unico rammarico - spiega il sindaco - è che non tutti i pezzi inviati sono giunti nel posto di destinazione. Mancano all'appello 150 pezzi che qualcuno evidentemete ha sottratto. Sulla vicenda faremo un esposto-denuncia contro ignoti”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Merì, arrivano le prime mascherine donate dalla Cina: il Comune pronto alla distribuzione negli ospedali

MessinaToday è in caricamento