Cronaca

Operazione Alcantara, il procuratore Raffa: "Giovanissimi pusher in grado di rapportarsi con i grandi"

Il coinvolgimento dei minorenni nelle reti di spaccio della provincia jonica. La riflessione degli investigatori dopo i 26 arresti all'alba di oggi. Sgominati due gruppi criminali: la metà dei componenti aveva meno di 24 anni

Giovani sì, ma con la giusta esperienza per potersi muovere agevolmente nel traffico della droga. Questo il ritratto dei baby pusher, parte integrante di una rete di distribuzione della sostanza stupefacente nella provincia jonica messinese, adesso smantellata dall'operazione "Alcantara" che ha portato a 26 arresti. Così come precisato dal comandante dei carabinieri di Taormina Giovanni Riacà, oltre la metà dei componenti di due associazioni criminali aveva meno di 24 anni. 

I nomi degli arrestati

Un quadro che il procuratore Rosa Raffa, titolare del filone investigativo, ha definito allarmante, sottolineando ancora una volta l'importanza del territorio peloritano come piazza principale di spaccio. "Ci siamo trovati di fronte a giovanissimi integrati a pieno con soggetti di maggiore esperienza di cui erano interlocutori preparati. Questo è uno dei fenomeni che necessità di maggiore attenzione". Non solo Messina, anche la provincia assume un ruolo importante nel traffico illecito. "Dalle nostre risultanze emerge - ha precisato Raffa - un ruolo primario di Giardini Naxos, Taormina e dei centri vicini. Una zona che in passato era stata sottovalutata dal punto di vista investigativo, ma dobbiamo renderci conto che non ci sono zone franche per quanto riguarda droga e malavita".

La pandemia ha modificato la rete dello spaccio di droga, ma non ha indebolito le singole organizzazioni. "Sicuramente sono cambiate le modalità di distribuzione della droga - ha spiegato il procuratore Raffa - con la chiusura dei locali per il lockdown è emersa una diversa strategia, più discreta e quasi familiare. Non sono però mutati gli approvvigionamenti e le modalità di occultamento della sostanza stupefacente. Ecco perchè serve mantenere massima attenzione in città così come in provincia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione Alcantara, il procuratore Raffa: "Giovanissimi pusher in grado di rapportarsi con i grandi"

MessinaToday è in caricamento