Cronaca

Due clandestini a bordo di un mercantile, chiesto l'attracco al porto di Messina: "Potrebbero essere terroristi"

Secondo le prime indiscrezioni si tratterebbe di due fondamentalisti islamici che si nascondevano fra i container. Si attende l'ok dalla prefettura

“Stanno male e non sono in grado in questo momento di reagire ma il sospetto è che possa trattarsi di terroristi”. E’ lapidario l’avvocato Enrico Mirti della Valle che stamani ha presentato istanza in Prefettura e Questura per ottenere l’autorizzazione ad entrare in porto per la nave mercantile Vestvind, che da questa notte è al largo della costa messinese.

Proprio nella notte infatti è scattato l’allarme per la presenza a bordo di due clandestini, due uomini di probabile origine siriana, nascosti fra i container della nave diretta in Polonia. Secondo le informazioni in possesso del legale, il comandante ha avuto modo di verificare nei telefonini dei due clandestini la presenza di immagini che li ritraggono mentre imbracciano armi e da indagini sommarie effettuate in queste ore si tratterebbe di due fondamentalisti islamici.

La nave attualmente si muove fra Tremestieri e la costa calabra ma nelle prossime ore potrebbe attraccare al porto per consegnare i due uomini per i quali è stato chiesto l'intervento delle forze dell'ordine ma anche l'assistenza sanitaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due clandestini a bordo di un mercantile, chiesto l'attracco al porto di Messina: "Potrebbero essere terroristi"
MessinaToday è in caricamento