rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
Cronaca

Duplice omicidio di Camaro, il giudice si oppone allo sconto di pena

La decisione del gup Maria Militello al termine dell'udienza. Il prossimo mese al via il rito ordinario in corte d'Assise

Nessuno sconto di pena per Claudio Costantino, il 37enne accusato dell'omicidio di Giovanni Portogallo e Giuseppe Cannavò avvenuto lo scorso gennaio a Camaro. Il gip Maria Militello ha detto no al rito abbreviato al termine dell'udienza tenutasi questa mattina in tribunale. La richiesta, avanzata nelle scorse settimane dagli avvocati Filippo Pagano e Carlo Taormina, è stata respinta poichè l'abbreviato non è ascrivibile all'accusa di omicidio aggravato, ma solo riguardo ad altri capi di imputazione. Costantino verrà quindi giudicato secondo il rito ordinario, la prima udienza in Assise si terrà il prossimo 14 dicembre.

L’avvocato Filippo Pagano, interpellato sul punto, dopo essersi consultato con il codifensore Carlo Taormina, ha fatto presente che l’imputato ha interesse ad una definizione unitaria della posizione, dichiarandosi pertanto contrario ad una separazione delle contestazioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Duplice omicidio di Camaro, il giudice si oppone allo sconto di pena

MessinaToday è in caricamento