menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carenza nel Messinese di prestazioni sanitarie per disabili, interrogazione di D'Uva al ministro

L'esponente cinquestelle sollecita l'accreditamento di Centri all'avanguardia per l'erogazione dei servizi alle persone diversamente abili

Adeguare le prestazioni sanitarie ai disabili. E' la richiesta del parlamentare messinese Cinquestelle Francesco D'Uva che ha presentato un'interrogazione al ministro della Salute Speranza. “La Regione Siciliana- scrive D'Uva - si attivi per garantire le adeguate prestazioni sanitarie alle persone con disabilità della provincia di Messina attraverso l’accreditamento di centri all’avanguardia nella riabilitazione senza mettere l’ASP nelle condizioni di dover scegliere, per far fronte al fabbisogno sanitario, strutture vecchie che non riescono ad assistere idoneamente”. “La questione – sottolinea D’Uva – riguarda una carenza, nella provincia di Messina, di erogazione di prestazioni sanitarie per persone con disabilità che, attualmente, si fermano a 40 assistiti in regime semiresidenziale". Secondo l’articolo 26 della legge 833/78, qualora l’Asp non riuscisse a garantire un servizio adeguato al fabbisogno, vi dovrebbe provvedere attraverso convenzioni stipulate con strutture idonee. Tra queste vi sono alcuni centri all’avanguardia che potrebbero idoneamente soddisfare il fabbisogno sanitario ma che la Regione Siciliana sembra non aver mai accreditato nonostante le richieste dell’ASP di incremento di prestazioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Contouring , la tecnica makeup per valorizzare il tuo viso

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento