Vaccini ai marittimi, approvato ordine del giorno al decreto legge Covid

L'atto a firma del cinquestelle Francesco D'Uva una volta terminati i "vulnerabili" dovrebbe riguardare i dipendenti della navigazione

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MessinaToday

“Ho chiesto al Governo che i lavoratori marittimi quotidianamente impegnati nei servizi di collegamento e di trasporto cittadini e merci siano sottoposti al vaccino anti-Covid in via prioritaria”. Così il deputato questore Francesco D’Uva, PortaVoce messinese del MoVimento 5 Stelle, nel commentare l’approvazione di un ordine del giorno, a propria firma, al DL Covid. “Sono soddisfatto che il Governo abbia accolto la mia richiesta e si sia impegnato a sottoporre i marittimi alla vaccinazione in via prioritaria una volta terminate le categorie più fragili e i loro caregiver. Occorre difatti salvaguardare questi lavoratori impiegati nel servizio di trasporto di passeggeri e merci a cui deve essere consentito assicurare il diritto alla mobilità delle persone in tutto il territorio nazionale. E questo diviene ancor più evidente se si pensa ai servizi di collegamento nello Stretto di Messina dove il trasporto via mare rappresenta il principale passaggio tra la Sicilia e la penisola. Il diritto alla continuità territoriale deve essere garantito anche e soprattutto in periodi di emergenza come quello che stiamo vivendo”.

Torna su
MessinaToday è in caricamento