Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Maremoti ed eruzioni vulcaniche, allo studio nuove procedure di allerta nelle isole Eolie

La riunione operativa in Prefettura tra forze dell'ordine e protezione civile. Saranno attivi sistemi early - warning per la popolazione

Prefettura a lavoro sulle procedure di sicurezza in occasione di maremoti ed eruzioni vulcaniche. Stamane il prefetto Cosima Di Stani ha presenziato una riunione per la presentazione del documento inerente le “procedure connesse all’ attivazione automatica  dei sistemi sperimentali di early - warning  per esplosioni parossistiche e maremoti generati da attività vulcaniche a Stromboli “ condiviso dal Dipartimento Nazionale della Protezione Civile e redatto con il contributo del dipartimento della Protezione Civile della Regione Siciliana, del Comune di Lipari e dell’Università degli Studi di Firenze – Centro per la protezione civile – Laboratorio di Geofisica Sperimentale.

Alla riunione erano presenti il dottor Luigi D’Angelo in rappresentanza del Dipartimento Nazionale della protezione civile, l’ingegnere Nunziato La Spina in rappresentanza della protezione civile regionale, il questore ed i comandanti provinciali dell’Arma dei carabinieri, della guardia di finanza e dei vigili del fuoco, il comandante della capitaneria di porto di Milazzo ed i sindaci dei Comuni di Lipari, Leni e Santa Marina Salina.

All’incontro hanno partecipato in collegamento da remoto l’ingegnere Salvatore Cocina dirigente generale del dipartimento regionale  di Protezione Civile , il delegato del sindaco di Malfa nonchè i referenti dell’università degli studi di Firenze, dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia  e del consiglio nazionale delle Ricerche – Istituto per il Rilevamento Elettromagnetico dell’Ambiente (CNR IREA).

Nel corso della riunione è stato evidenziato che dette procedure di allertamento immediato saranno attive sino al 31 dicembre 2021, data di conclusione del periodo di sperimentazione.

L’iniziativa prevede altresì che, per verificare costantemente l’effettivo funzionamento della procedura di attivazione automatica dei sistemi di early - warning, saranno effettuate delle prove di attivazione automatica da remoto delle sirene, con cadenza settimanale.

Inoltre, per verificare che tutta la catena di attivazione del segnale acustico sia funzionante, venerdì 18 giugno  si svolgerà nell’Isola di Stromboli un test operativo di attivazione automatica del sistema di allertamento acustico, anche al fine di verificare la correttezza del flusso informativo diramato in automatico a tutte le componenti del Sistema di Protezione Civile.

Per lo svolgimento dell’esercitazione, il Dipartimento Regionale d Protezione Civile ed il Comune di Lipari coinvolgeranno, altresì, i gruppi di volontariato al fine di fornire adeguata informazione ed eventuale assistenza alla popolazione  residente ed ai turisti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maremoti ed eruzioni vulcaniche, allo studio nuove procedure di allerta nelle isole Eolie

MessinaToday è in caricamento