rotate-mobile
Cronaca

L'appello dei giornalai siciliani: "Non dimenticate le edicole, aspettiamo i finanziamenti"

Il vicepresidente del sindacato Snag: "E’ più di un anno che si attende lo stanziamento dei fondi così come previsto dalla Legge di Bilancio 2020 della Regione"

“E’più di un anno che si attende lo stanziamento dei fondi per le edicole siciliane, così come previsto dalla Legge di Bilancio 2020 della Regione Sicilia". Lo scrive in una nota il vicepresidente nazionale Snag (sindacato nazionale autonomo giornalai) -Confcommercio Renato Russo.

VIDEO | C'erano una volta le edicole, addio anche a quella “storica” di viale della Libertà

"Un ristoro importantissimo - dice Russo - in quanto sono a rischio chiusura numerose edicole che costituiscono oggi l’unico baluardo dell’informazione vera e affidabile. Le edicole nella crisi pandemica, con grande sacrificio e in condizioni difficili, sono rimaste aperte svolgendo un ruolo essenziale di servizio pubblico, garantendo ai cittadini un’informazione corretta e responsabile. La crisi economica del settore, che si è ulteriormente aggravata, genera un allarme sociale del quale il Governo regionale siciliano deve prestare particolare attenzione. Apprendiamo con piacere che il Governo Musumeci ha approvato la delibera che trasferisce all’Irfis 200 milioni di euro destinati alle imprese danneggiate prima del lockdown dovuto al Covid-19. Chiediamo, pertanto, che le edicole siciliane non siano dimenticate e che venga pubblicato un bando in tempi brevi per permettere alle stesse, così come è già accaduto per le case editrici, di poter godere dello stanziamento dei contributi previsti dalla Finanziaria.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'appello dei giornalai siciliani: "Non dimenticate le edicole, aspettiamo i finanziamenti"

MessinaToday è in caricamento