menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il messinese Scavello diventa sindaco in un comune della Basilicata, consiglio sospeso dopo 24 ore

La vittoria a Carbone, dove guidava la lista "Onesti e liberi" "Onesti e liberi" e che in paese nessuno ha mai visto. Dimissioni a tempo record degli eletti. Il prefetto nomina un commissario

Arriva il commissario prefettizio a Carbone, piccolo Comune in provincia di Potenza, dove domenica e lunedì i cittadini sono andati alle urne per eleggere il nuovo sindaco tra due liste di candidati totalmente sconosciuti, residenti in Sicilia o in Puglia.

Le urne hanno decretato l'elezione di Vincenzo Scavello, della provincia di Messina, e dei consiglieri della sua lista. A meno di 24 ore dalla fine dello spoglio, ieri ci sono state le dimissioni in blocco degli eletti. Il prefetto di Potenza, Annunziato Vardè, ha sospeso il consiglio comunale di Carbone e nominato commissario prefettizio Michele Santarsiero, in attesa del successivo decreto di scioglimento con decreto del Presidente della Repubblica. "Il provvedimento si è reso necessario a seguito della contemporanea presentazione delle dimissioni da parte di sette consiglieri proclamati eletti su dieci assegnati per legge al Comune", riferisce la Prefettura.

A Carbone - dove i votanti sono poco più di mille - erano in competizione due liste, entrambe composte da persone non residenti in paese.   Scavello, residente a Messina, è stato eletto sindaco con 78 voti. Guidava la lista "Onesti e liberi", in paese nessuno lo ha mai visto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento