rotate-mobile
Martedì, 5 Marzo 2024
Cronaca

Elezioni rettore, prima del secondo turno si respira già aria di accordo. Moschella: "I miei voti determinanti"

L'ex prorettore si aspettava di meglio dai numeri delle urne ma in vista anche di un ballottaggio inizierà le valutazioni con il suo gruppo. Si parla già di un patto con la Spatari. Limosani soddisfatto: "Premiata la discontinuità"

Per Michele Limosani oggi ha vinto la discontinuità, Giovanni Moschella deciderà in queste ore il da farsi mentre Giovanna Spatari data come semplice "terza incomoda" in campagna elettorale ha fatto invece capire che il peso dell'ex gruppo Cuzzocrea tra Policlinico, Plesso centrale e facoltà Scientifiche è ancora consistente e non "annientato" dall'indagine sui rimborsi. Lunedì il secondo turno delle elezioni per il nuovo rettore ma si respira già nell'aria di piazza Pugliatti profumo di ballottaggio. E non viene escluso da indiscrezioni un possibile accordo tra Moschella, ex prorettore di Salvatore Cuzzocrea, e la Spatari visto che "ballano" quei 125 voti che potrebbero essere determinanti per l'elezione.

Corsa al rettorato, il primo turno

Limosani può dirsi comunque soddisfatto con 539 voti come la Spatari che ha chiuso questa prima corsa a 502. Tra pieni e ponderati sono i docenti che fanno la differenza rispetto al personale tecnico-amministrativo e soprattutto agli studenti. Al secondo turno obbligo di quorum con 677 votanti per ritenere l'elezione valida con uno dei tre candidati che per vincere dovrà ottenere la metà più uno dei voti complessivi. Dalle dichiarazioni finali degli aspiranti tutto può ancora succedere.

"Guardo con fiducia all'appuntamento del 27 novembre - dichiara Limosani - era difficile con tre candidati che la partita si potesse chiudere al primo turno, il mio risultato premia la discontinuità". 

"E' un risultato che ritengo soddisfacente - è la posizione della Spatari - c'è stata un'alta affluenza di votanti e questo significa che tutte le componenti sentono forte questo appuntamento, per il prossimo turno non mi sbilancio, vedremo anche i nostri colleghi cosa decideranno di fare".

"Mi aspettavo di meglio - spiega invece Moschella - ma sono soddisfatto della campagna elettorale e dei suoi contenuti, i miei voti saranno determinanti e questo significa che incideranno sul risultato finale; su eventuali accordi non dico nulla, per lealtà voglio sentire il mio gruppo e alla fine faremo una valutazione". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni rettore, prima del secondo turno si respira già aria di accordo. Moschella: "I miei voti determinanti"

MessinaToday è in caricamento