rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca

Sindacati, risultati e commenti delle elezioni Rsu

Terminato lo spoglio per il rinnovo delle rappresentanze sindacali unitarie, la Fp Cgil primo nelle Funzioni Centrali (in testa al Comune capoluogo). Cisl avanti alla Città Metropolitana, Uil nella Sanità pubblica

Elezioni Rsu tra i sindacati.  Questi i numeri: la Fp Cgil si conferma primo sindacato nelle Funzioni Centrali con il 31% dei voti, a ben 11 punti percentuali dal secondo sindacato, la Uil Pubblica Amministrazione, ottenendo il numero più alto di seggi nel settore della giustizia e nello specifico al Tribunale di Messina, alla Corte d’Appello di Messina, al Tribunale di Patti.  Nelle Funzioni locali invece si attesta al 33%, a 4 punti percentuali di distacco dal secondo sindacato, Cisl Fp e a 9 punti percentuali dal Csa.  Al Comune di Messina la Funzione Pubblica, che in questi ultimi due anni ha portato avanti aspre battaglie contro l’amministrazione comunale uscente, protagonista di violenti attacchi nei confronti dei dipendenti comunali, ottiene il “titolo” di primo sindacato con un totale di 296 voti di lista e quindi di 7 seggi; alla Città Metropolitana, i 184 voti di lista ottenuti si traducono invece in 5 seggi; sul versante tirrenico la Fp è primo sindacato in alcuni dei principali comuni della provincia: Capo d’Orlando, Patti, Milazzo, Santo Stefano di Camastra; Mistretta; sul versane ionico, primo sindacato a Taormina, Giardini Naxos, Furci Siculo. Grandissima affermazione anche nel mondo della sanità, dove le lavoratrici e i lavoratori, che in questi anni di pandemia hanno pagato il prezzo più alto in termini lavoro e sacrifici, hanno risposto massicciamente alla chiamata al voto, riconoscendo nella Funzione pubblica Cgil il sindacato da cui essere rappresentati. Nel settore della sanità, il 20% dei lavoratori ha scelto Fp Cgil. 

Alla Città Metropolitana al termine delle operazioni elettorali sono risultati 571 i votanti su 657 aventi diritto, pari all'86,91 per cento dell'intero corpo elettorale, 557 le schede valide, 4 schede bianche e 10 schede nulle Tre le sigle sindacali in corsa per l'assegnazione dei 15 seggi disponibili che sono stati così suddivisi: la lista Cisl-Fp ha conquistato 230 voti di lista e 6 seggi: Giovanni Risitano (115 preferenze); Giovanni Coledi (54 preferenze); Angelo Ballarò (39 preferenze); Giuseppe Caruso (39 preferenze); Marisa Passalacqua (35 preferenze); Francesca Arigò (33 preferenze). La Cgil-Funzione pubblica ha ottenuto 184 voti di lista e 5 seggi: Tiziana Ruggeri (77 preferenze); Giovanni Tripodo (64 preferenze); Filadelfio Magno (34 preferenze);  Claudia Pulejo (26 preferenze);  Roberto Lombardo (25 preferenze). Il C.S.A. ha ottenuto 143 voti di lista e 4 seggi, risultando eletti: Tommaso Nava (80 preferenze); Stefano Infondenti (47 preferenze); Andrea Valenti (31 preferenze); Giacomo Russo (21 preferenze).

Al Comune capoluogo il più eletto in assoluto Peppe Previti della Fp Cgil, 144 preferenze, secondo con 132 voti Antonio Cafeo del Csa. 

I commenti

Francesco Fucile, segretario Fp Cgil, "Le lavoratrici e i lavoratori ci hanno premiato perché sanno che con la Cgil seduta ai tavoli delle contrattazioni decentrate, diritti e tutele saranno rispettati e conquistati, è stata una campagna elettorale complessa, sicuramente tra le più complicate tra quelle affrontate negli ultimi anni: ecco perché il risultato ottenuto, un risultato che ci ha premiato e che ci vede vincitori a Messina e provincia negli enti locali, nella sanità, nelle funzioni centrali, è il segno evidente che le lavoratrici e i lavoratori hanno creduto in noi e hanno creduto soprattutto nell’importanza del voto e del diritto al voto. Tutte le delegate e i delegati che si sono messi in gioco, hanno mostrato un enorme coraggio e a loro va il mio grazie più sentito e sincero. Siamo già pronti ad affrontare le nuove battaglie che ci aspetteranno nei tavoli di contrattazione". Per il segretario generale della FP CGIL, Francesco Fucile, un plauso speciale va poi a tutti i dipendenti del mondo della sanità che con il loro voto hanno dimostrato di aver riconosciuto nella FP CGIL, anche negli anni di pandemia che ci siamo lasciati alle spalle, un vero punto di riferimento".  

"La Flc Cgil di Messina si conferma il primo sindacato della provincia, con il 34% di preferenze ottenute in 89 scuole scrutinate su 98" - dicono Pietro Patti, segretario della Flc Cgil di Messina, e Giovanni Mastroeni, segretario della Cgil di Messina. 

"Al momento - aggiungono - ci attestiamo al 34% di preferenze. Ringrazio tutte le lavoratrici e i tutti i lavoratori della conoscenza che ci hanno dato fiducia. Un grazie particolare va alle candidate e ai candidati per averci messo la faccia e alle compagne e ai della Flc messinese per il grande lavoro svolto in questi mesi".

“Esprimiamo grandissima soddisfazione per il monumentale successo ottenuto dalle liste della Uil Fpl, della Uilpa e della Uil Scuola Rua nelle elezioni per il rinnovo delle Rsu nel pubblico impiego. I risultati sono eccezionali e vanno ben oltre le più rosee aspettative: una vittoria straordinaria dei nostri candidati che premia l’impegno portato avanti, in questi anni difficili e complicati, dalle donne e dagli uomini del nostro sindacato che, con abnegazione e spirito di sacrificio, hanno saputo rappresentare e dare risposte alle giuste istanze delle lavoratrici e dei lavoratori“ - dichiara Ivan Tripodi, segretario generale della Uil Messina - infatti, confermando un trend ormai consolidato la Uil Fpl, con circa 1300 voti, è il primo e più votato sindacato in tutta la sanità pubblica della provincia di Messina che comprende l’ospedale Piemonte, l’Irccs Neurolesi, il Papardo e gli ospedali dell’Asp (Barcellona, Lipari, Milazzo Mistretta, Patti, S. Agata M. e Taormina). Contestualmente con oltre 400 voti la lista della Uil Scuola Rua è stata la più votata al Policlinico universitario “G. Martino” di Messina. E ancora, siamo il sindacato più votato all’Agenzia delle Entrate, alla
Questura, all’Inail, all’Agenzia delle Dogane, all’Archivio di Stato e in decine di scuole della provincia. Quindi, il primo commento a caldo è di forte compiacimento per il dato ottenuto dalla Uil che conferma l’ottimo stato di salute e la forte credibilità della nostra organizzazione sindacale” - ha così concluso Tripodi. 

La posizione della Cisl: "Cisl Fp primo sindacato alla Città Metropolitana di Messina ed in tutti gli enti locali strategici del territorio. È ancora in corso di svolgimento lo scrutinio delle elezioni Rsu del Pubblico Impiego ma, dai primi dati ufficiali arrivati, alla  Città Metropolitana la Cisl Fp ha ottenuto il primo posto con sei seggi, anche all’Asp primato con 16 seggi ottenuti, negli Enti locali la Funzione Pubblica della Cisl risulta prima su 60 Comuni scrutinati dove ha già ottenuto il 33,54%. Anche nei Ministeri Cisl Fp prima con il 29,27% e negli Enti Pubblici non Economici con il 30,69%. “Questi risultati - affermano il segretario generale della Cisl Messina, Antonino Alibrandi  e la segretaria generale della Cisl Fp Giovanna Bicchieri - sono la conferma del grande lavoro che la Cisl, con le sue federazioni, mette in campo ogni giorno nei luoghi di lavoro. Le elezioni delle RSU sono l’occasione in cui si verifica la bontà di quanto si è fatto, il momento più importante perché sono proprio i lavoratori a votare ed è il termometro reale dell’azione sindacale. Abbiamo avuto, quindi, la certificazione la Cisl ha lavorato bene e  nell’interesse dei lavoratori. Per questo ottimo risultato bisogna dire grazie a tutti i dirigenti ed i lavoratori che adesso sono ancora più motivati e responsabilizzati”.

Il Csa: "Travolgente il risultato conquistato dal Sindacato CSA nell ultima tornata elettorale per il rinnovo RSU.Il 2022 sarà ricordato come l'anno della vittoria e della crescita del CSA al Comune di Messina  che con i risultati ottenuti spiazza i Sindacati confederali, rispetto ai quali registra una grande crescita di consensi passando da 72 voti, dell ultima tornata, a 286 voti di lista e conquistando 6 RSU, la volta scorsa erano stati 2.Il CSA si posiziona, pertanto, al secondo posto, dietro solo alla CGIL che raccoglie 10 voti di lista in più. Questo ci rende orgogliosi, dicono Saro Contestabile e Piero Fotia, che confermano come un sindacato autonomo possa scalfire i grandi sindacati confederali: vedi la CISL che porta a casa una sonora sconfitta passando da 7 seggi a 4. Si tratta di una conferma del buon lavoro svolto negli ultimi anni, un lavoro fatto giorno dopo giorno, conquistando la fiducia di ogni nostro singolo elettore, continuano  Contestabile e Fotia che concludono: " Vogliamo ringraziare tutti coloro che ci hanno sostenuto ed hanno reso possibile questo importante traguardo, orgogliosi di aver vinto sul campo, senza mai scendere a nessuna forma di compromesso, esclusivamente nell interesse e con l aiuto dei lavoratori". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindacati, risultati e commenti delle elezioni Rsu

MessinaToday è in caricamento