rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Cronaca

Elezioni, a dieci giorni dallo spoglio nessun dato ufficiale: rinviate le verifiche della Commissione

Serviranno altri giorni per completare il ricalcolo dei voti. L'organo presieduto dal magistrato Bonazinga tornerà a lavoro domani per controllare le schede di preferenza. L'insediamento del nuovo consiglio comunale rischia di slittare al prossimo mese

Porta chiusa e sala vuota. Oggi rimarrà tutto fermo a Palazzo Zanca dove da dieci giorni è al lavoro la commissione elettorale incaricata di verificare tutte le schede con cui i messinesi hanno votato sindaco, consiglieri comunali e di quartiere. L'organo presieduto dal giudice Corrado Bonanzinga ha rimandato tutto a domani per un impegno in udienza dello stesso magistrato. E a dieci giorni dall'inizio dello spoglio la città non ha ancora un dato ufficiale neanche su sindaco e liste di cui, solo ufficiosamente, sono note le percentuali finali. Basta consultare la pagina che il Comune ha dedicato alle amministrative per comprendere la situazione.

Resta in alto mare il discorso sulle preferenze. La Commissione in questo caso è ripartita da zero e al momento ha validato 90 sezioni sulle 253 totali, segno che ci vorranno ancora diversi giorni per avere il risultato finale. E la possibilità di dover attendere un mese per veder insediato il nuovo consiglio comunale prende sempre più corpo. Intanto, c'è chi aspetta e spera. Soprattutto i consiglieri che al momento risultano i primi tra i non eletti, in questo caso anche una manciata di voti potrebbe fare la differenza.

Si dovrà attendere anche per avere la certezza sul premio di maggioranza auspicato da Sicilia Vera. Verrà comunicato, salvo novità inattese, solo alla fine delle lunghe e laboriose attività di verifica dopo il disallineamento dei dati riscontrato in diverse sezioni.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, a dieci giorni dallo spoglio nessun dato ufficiale: rinviate le verifiche della Commissione

MessinaToday è in caricamento