Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca

Emergenza idrica verso la fine, Amam non si presenta al confronto con i consiglieri ed è ancora polemica

La presidente Bonasera e i dirigenti "saltano" la seduta Gioveni di Fratelli d'Italia torna alla carica dopo la richiesta di dimissioni: "Non si è neppure scusata con la città"

L'emergenza idrica sta per terminare. Quattro giorni di "inferno" per migliaia di messinesi rimasti senz'acqua. Annunziata alta, via Palermo, Torre Faro, Paradiso le zone dove il servizio è ritornato da poche ore ma dover riempire completamente i serbatoi condominiali non basta per tutte le utenze e dunque si dovranno attendere le prossime 24 ore per rivedere qualcosa che si avvicini alla piena normalità. Al villaggio Svizzero questa mattina erano ancora a secco. 

Intanto le polemiche proseguono al Comune dove in commissione Partecipate si doveva dibattere proprio di emergenza acqua ma nessuno dell'Amam si è presentato per confrontarsi con i consiglieri comunali. La presidente Di Ciuccio ha comunicato che la presidente dell'azienda Loredana Bonasera e gli altri dirigenti erano impegnati nel risolvere i disservizi e non potevano prendere parte alla riunione già fissata e che il dibattito sarebbe stato rinviato Su tutte le furie il gruppo di Fratelli d'Italia con il capogruppo Libero Gioveni che dopo la richiesta di dimissioni respinte dal sindaco Basile è tornato ad attaccare Amam

Da quanto si apprende alcune pompe dell'impianto Torrerossa che serve la condotta Fiumefreddo non sono ancora tutte al massimo della funzionalità dopo essere state danneggiate da un fulmine e dopo i primi interventi di manutenzione. Nei prossimi giorni potrebbero essere comunicate ulteriori opere e dunque nuovi disagi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza idrica verso la fine, Amam non si presenta al confronto con i consiglieri ed è ancora polemica
MessinaToday è in caricamento