Giovedì, 23 Settembre 2021

Esodo e caos ai traghetti, De Luca: “Stasera mi faccio arrestare, blocco io gli sbarchi sullo Stretto”

Il sindaco invita Musumeci ad unirsi alla protesta e sferra un duro attacco al ministro della Salute. “Sto preparando diffida ai prefetti di Messina e Reggio”

"Non consento più l'attraversamento indiscriminato dello Stretto, siamo stanchi di farci prendere per il culo". Tuona dal suo profilo facebook il sindaco di Messina, Cateno De Luca, con un post pubblicato dopo l'allarme lanciato nella notte dal governatore siciliano, Nello Musumeci, sugli "sbarchi non autorizzati" nell'Isola dai traghetti che partono dalla Calabria.

Guerra sui rientri, ma cresce la protesta anche di siciliani all'estero

"Stasera mi metterò personalmente a bloccare lo sbarco indiscriminato e attendo che qualcuno si faccia avanti per arrestarmi", dice ancora il sindaco che teme per il rischio contagio da Covid-19. De Luca invita il residente della Regione Nello Musumeci ad unirsi a lui nella protesta e sferra un duro attacco in particolare al ministro della Salute:  “Il ministro della salute, Roberto Speranza, per intenderci quello del provvedimento che autorizza la gente a uscire di casa per fare il giro del palazzo, insieme al Ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese – che per intenderci è colei che con un colpo di penna mi può revocare dal mio ruolo di sindaco – hanno infatti partorito l’ennesimo provvedimento che all’art. 1 prevede misure urgenti a evitare il contagio sull’intero territorio nazionale.

Esodo dal nord, monta la protesta

“Allo scopo di contrastare il Covid-19 – continua il primo cittadino –  hanno disposto il divieto a tutti, di trasferirsi da un comune all’altro, sia con mezzi pubblici che privati. Il principio è: dove siamo restiamo. Poi – conclude  –  tali ministri insipidi aggiungono le solite porcherie come: ‘salvo comprovate esigenze lavorative’ – ma in un attimo noi facciamo il censimento per stabilire chi sono i pendolari dello Stretto – o per motivi di salute. Dovete smetterla di emanare provvedimenti se poi non avete la forza di farli applicare, perché è un’umiliazione per me che sono in trincea e non nei Palazzi dorati. È umiliante anche per chi continua a stare murato in casa. Cari ministri, prefetti e questori, organizzatevi perché io stasera sarò lì, a non fare passare nessuno. Non ci lasceremo più prenderci in giro: si deve realmente schierare l’esercito sulle sponde dello Stretto”.

“Sto preparando diffida - annuncia - nei confronti del governo nazionale e dei Prefetti di Messina e Reggio Calabria con ordinanza sindacale che vieta l’attraversamento se non per i pendolari dello stretto e per i tir trasporto merci”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Esodo e caos ai traghetti, De Luca: “Stasera mi faccio arrestare, blocco io gli sbarchi sullo Stretto”

MessinaToday è in caricamento