rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
Cronaca

Paura per i presunti rapimenti di bambini, Sos anche da Viale Italia: "C'era un furgone sospetto e una donna con cappello nero"

Dopo gli audio virali ancora segnalazioni stamattina al 112 da una mamma che accompagnava il piccolo di due anni all'asilo. Indagano i carabinieri

Porta il bimbo di due anni in un asilo nella zona di viale Italia, accosta l’auto per accompagnare il piccolo quando nota un furgone bianco con uno sportellone blu centrale posteggiato lì vicino. Sente la messa in moto proprio mentre si accinge a salire le scale per raggiungere l’asilo quando una donna particolarmente grassa e bassa con un cappello nero le va incontro. Lei fiuta il pericolo e fugge chiedendo aiuto. Corre su quei trenta interminabili gradini che la separano dall’asilo. La porta che si apre mentre ha in braccio il bimbo di due anni è per lei la salvezza.

E’ questo l’ultimo racconto al 112 di una donna che stamani è certa di avere scampato un grave pericolo. Sulla vicenda sono ora in corso accertamenti dei carabinieri.

Una segnalazione finita anche nei social, e non è la prima. Nei giorni scorsi si sono susseguiti messaggi audio diventati virali che stanno scatenando preoccupazione tra le famiglie e che hanno avuto un effetto moltiplicatore, come spesso accade in questi casi, con richieste di intervento alle forze dell’ordine che vengono esitate fino ad oggi senza ulteriori risvolti. Gli investigatori non stanno comunque sottovalutando e stanno cercando riscontri anche su quest'ultimo episodio, ma al momento l'indagine è difficile. In quella zona le immagini delle telecamere scarseggiano. 

Anche se fino ad oggi la parola più usata per definire queste segnalazioni è "psicosi" che corre sul web ed entra prepotentemente nelle case di tutti, gli investigatori non stanno sottovalutando le segnalazioni e cercano riscontri. Anche per l'ultima sul viale Italia, in un tratto però dove le telecamere scarseggiano. 

L’allarme sociale è ormai noto dopo due denunce della scorsa settimana e interventi  di consiglieri comunali che hanno fatto appello alle istituzioni per rafforzare le misure di sicurezza nei luoghi frequentati dai più piccoli. 

Richieste a cui è già arrivata risposta dal questore Gabriella Ioppolo che ha predisposto lunedì scorso, con apposita ordinanza, un innalzamento degli “standard di sicurezza” in particolare vicino gli istituti scolastici, primarie, elementari e medie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paura per i presunti rapimenti di bambini, Sos anche da Viale Italia: "C'era un furgone sospetto e una donna con cappello nero"

MessinaToday è in caricamento