Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Barcellona Pozzo di Gotto / contrada Femminamorta

Esplosione di Barcellona, consegnato atto fondamentale alla procura

I vigili del Fuoco di Messina hanno fornito ai magistrati la loro analisi su quanto avvenuto il 20 novembre alla ditta di giochi di artificio di contrada Femminamorta che ha provocato cinque vittime. I colleghi del nucleo investigativo di Palermo si sono riservati altri quindici giorni

Potrebbe essere l'atto fondamentale di supporto alla procura di Barcellona Pozzo di Gotto per chiarire cosa sia successo mercoledì 20 novembre in contrada Femminamorta e cosa abbia provocato l'esplosione che ha provocato cinque vittime e due feriti. Parliamo della relazione dei vigili del Fuoco di Messina, intervenuti con il personale dei distaccamenti di Milazzo, Patti e capoluogo, in quelle terribili ore a salvare e spegnere le fiamme. Consegnata da pochi giorni alla procura di Barcellona Pozzo di Gotto che sta conducendo le indagini per omicidio plurimo colposo e incendio colposo.  Documento coperto da segreto istruttorio al vaglio dei Pm guidati da Emanuele Crescenti. Il nucleo investigativo dei vigili del Fuoco di Palermo, invece, da quello che si apprende, si è riservato altri quindici giorni prima di consegnare la loro di relazione con approfondimenti tecnici. Due gli indagati, al momento, i titolari delle due imprese, Vito Costa e Corrado Bagnato. La procura sta passando a setaccio Pc e dispositivi informatici utili a poter ricavare indizi e prove. 

Indagine sull'esplosione, due gli indagati 

Mercoledì 20 novembre, alle 16,30, l'esplosione al deposito della ditta Costa aveva provocato cinque vittime. La moglie di Vito Costa, Venera Mazzeo, e quattro operai della ditta Bagnato che stavano collocando le nuove porte per la messa in sicurezza dell'area dove si lavoravano giochi pirotecnici secondo le prescrizioni della commissione prefettizia fornite nel giugno scorso. 

Le vittime di Femminamorta

Il procuratore capo Crescenti, dopo il primo sopralluogo, aveva definito tra le ipotesi del colorante come miccia che avrebbe scatenato l'inferno di fiamme. 

Colorante miccia dell'esplosione, prime ipotesi investigative 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esplosione di Barcellona, consegnato atto fondamentale alla procura

MessinaToday è in caricamento