Cronaca Barcellona Pozzo di Gotto

Incidenti nelle fabbriche dei fuochi d'artificio, Codacons: “Dal duemila ad oggi 68 vittime”

Il presidente Rienzi interviene sulla strage a Barcellona per riportare il tema sicurezza in primo piano

Tre morti “ufficiali” e due dispersi, oltre tre feriti gravi. Ma si scava ancora sotto le macerie della fabbrica di Barcellona dove i vigili del fuoco hanno estratto pezzi di gambe. Uno choc, una tragedia immane. Che porta a 68 il numero totale delle vittime registrate in Italia dal 200 ad oggi a causa di esplosioni nelle fabbriche dei fuociìhi di artificio.

Lo spiega il Codancons che è intervenuto sulla tragedia riportando la questione sulla necessità di mettere la sicurezza in primo piano. “Servono più controlli presso tali strutture e occorre verificare costantemente il rispetto delle norme di sicurezza - afferma il presidente Carlo Rienzi - La magistratura dovrà accertare se vi siano state omissioni sul fronte della sicurezza e negligenze da parte di chi aveva il compito di garantire il rispetto delle norme".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidenti nelle fabbriche dei fuochi d'artificio, Codacons: “Dal duemila ad oggi 68 vittime”

MessinaToday è in caricamento