Evade dai domiciliari e per giustificarsi finge di essersi recato in ospedale, arrestato

Quando l'uomo è rientrato in casa ha trovato gli agenti ad aspettarlo. Episodio analogo poche ore dopo, ad evadere un uomo fermato per maltrattamenti ai danni della ex compagna. Alla vista dei poliziotti ha tentato di arrampicarsi dalla finestra

Agli agenti che lo hanno sorpreso fuori dalla propria casa, nonostante gli arresti domiciliari, ha riferito di essersi recato al pronto soccorso per un'emergenza. Ma dai controlli effettuati non risultava alcuna registrazione nei pronto soccorso cittadini.

E' accaduto sabato scorso nella zona sud di Messina. L'uomo è stato dunque arrestato per il reato di evasione.

Un caso analogo si è verificato ieri pomeriggio. Protagonista dell'evasione è un uomo arrestato  la scorsa settimana dai poliziotti delle Volanti per i reati di maltrattamenti in famiglia e atti persecutori ai danni della ex compagna. Ieri  ha violato le prescrizioni previste dal regime degli arresti domiciliari concessigli.

Vistosi scoperto dagli stessi poliziotti che avevano proceduto all’arresto giorni addietro, ha
provato a dileguarsi e a rientrare in casa da una finestra, arrampicandosi su per un tubo dell’acqua, ma è stato raggiunto e nuovamente arrestato. L'uomo stamattina è stato giudicato in direttissima. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un caso a Messina ma non è il ceppo "cinese": "Nessun allarme"

  • Da alcuni giorni non si avevano più sue notizie, anziana trovata cadavere in via del Carmine

  • Il calvario di Gianluca Trimarchi sta per finire, tra due mesi previsto il ritorno a Roccalumera

  • Cede un tombino in via Dei Mille, 57enne sprofonda per cinque metri

  • "Abusi sessuali su paziente dopo averla drogata", infermiere del Policlinico in ferie forzate

  • Sorpresi a fare sesso in piazza Repubblica: multa e daspo per una coppia focosa

Torna su
MessinaToday è in caricamento