Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Evade i domiciliari ma i carabinieri lo beccano, fugge a piedi fino al pronto soccorso

Notte movimentata per un 31enne che non si è fermato all'alt di una pattuglia. Il rocambolesco inseguimento vicino al Policlinico

Arrestato dai carabinieri, in flagranza di reato, C.M. 31enne di Messina, già noto alle forze dell’ordine, ritenuto responsabile del reato di evasione.

Poco prima di mezzanotte, nel corso di un controllo alla circolazione stradale, una pattuglia del Nucleo Radiomobile ha intimato l’alt ad un’autovettura che percorreva la via Rosso da Messina. Il conducente dell’auto non si è fermato e ha tentato la fuga seguito dall’autoradio dei carabinieri che poco dopo notavano l’uomo, riconoscendolo come C.M. sottoposto agli arresti domiciliari, mentre abbandonava il veicolo per scappare a piedi all’interno di viuzze prospicenti all’Ospedale Policlinico. Immediatamente sono scattate le ricerche per rintracciarlo, allertando, attraverso la Centrale Operativa del Comando provinciale carabinieri, le pattuglie impiegate sul territorio. Le ricerche sono state effettuate nei pressi dell’abitazione e nei luoghi frequentati dall’uomo e sono state estese al Policlinico Universitario dove l’uomo è stato rintracciato dai carabinieri presso il Pronto Soccorso ove si era recato per tentare di giustificare l’allontanamento arbitrario dalla propria abitazione.

L’uomo pertanto è stato arrestato in quanto ritenuto responsabile del reato di evasione e questa mattina, è stato condotto presso il Tribunale di Messina ove, all’esito dell’udienza, il Giudice ha convalidato l’arresto effettuato dai carabinieri confermando a carico di C.M. la misura già precedentemente applicata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade i domiciliari ma i carabinieri lo beccano, fugge a piedi fino al pronto soccorso

MessinaToday è in caricamento