Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca

Donazione o pagamento a dipendente? Maxi sequestro di beni a Franza per evasione fiscale

Decreto del gip dopo l'indagine della Guardia di Finanza. Al centro l'imposta pagata per una donazione del valore di 3 milioni

Una donazione di 3 milioni e 250 mila euro che in realtà nasconderebbe un pagamento a un dipendente. Il dipendente in questione è l’ingegnere Vincenzo Franca, nella sua qualità all’epoca dei fatti di amministratore delegato della società di navigazione Caronte&Tourist Spa mentre la donazione è stata effettuata da Caronte Spa.

Un artifizio che avrebbe consentito a Vincenzo Franza di evadere il fisco, pagando una imposta minore rispetto a quella prevista.

Con questa accusa è scattato il sequestro delle somme corrispondenti alla percentuale non versata. Il sequestro è stato disposto il gip Ornella Pastore su richiesta della procura dopo l’indagine della Guardia di Finanza.

Sulla vicenda prova a fare chiarezza il legale Vincenzo Gullino: “E’ una questione squisitamente fiscale. Si tratta di una interpretazione divergente di una norma che a nostro modo di vedere consente questa possibilità mentre secondo la Guardia di Finanza no. Da qui il sequestro per equivalente di beni, denari e disponibilità fino alla somma che avrebbe dovuto essere versata, 1 milione 137 mila e 500. In ogni caso il fatto non costituisce alcun danno all’erario”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donazione o pagamento a dipendente? Maxi sequestro di beni a Franza per evasione fiscale
MessinaToday è in caricamento