rotate-mobile
Cronaca

Fallimento Aicon, la società: "Nuova gestione totalmente estranea alle vicende giudiziarie"

In una nota la società prende le distanze dai fatti giudiziari che coinvolgono la vecchia società

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MessinaToday

“A proposito delle notizie di stampa relative alle vicende giudiziarie riguardanti la vecchia Aicon Yachts Spa - società al tempo quotata in borsa - e la galassia di aziende collegate alla vecchia proprietà, l’attuale Aicon Yachts S.r.l. intende precisare la totale estraneità alle vicende in questione". 

"Totale estraneità che riguarda anche e soprattutto le aziende Aicon Interiors S.r.l. e Aicon Resin S.r.l., citate nei sopra menzionati articoli di stampa, per le quali si tratta soltanto di un semplice e necessario caso di omonimia con le società tirate in ballo nelle indagini della Procura di Barcellona Pozzo di Gotto e nella pronuncia di condanna da parte dei giudici".

Fallimento Aicon Spa, Siclari condannato a 7 anni e mezzo: sotto la lente l'operazione a Musolino

"L’attuale Aicon Yachts S.r.l., infatti, fa parte del gruppo americano Aicon Group Inc. che ha acquistato il marchio dal fallimento nel 2019, insediando una struttura e un management completamente estranei alla precedente gestione. La presente precisazione si rende necessaria per rimarcare la netta cesura rispetto al passato dal quale è stato soltanto rilevato il marchio per consentirne il suo rilancio e, con esso, quello dell’industria della Nautica da diporto siciliana" 

"L’azienda, a tal proposito, punta contestualmente a sgomberare il campo da voci e dicerie assolutamente destituite di fondamento circa il presente e il futuro, assicurando - come già più volte fatto in passato – che la produzione prosegue secondo i piani prefissati dalla proprietà.  Ad oggi, infatti, la produzione impegna ed interessa già 60 dipendenti diretti, oltre il volume di indotto che, naturalmente, si viene a creare attorno a una realtà produttiva così complessa e in perenne crescita". 

"La stessa proprietà americana, nella persona del CEO Marc-Udo Broich, si è infatti impegnata a seguire pedissequamente un preciso piano industriale che garantirà all’azienda, entro il 2025, di moltiplicare la sua offerta attraverso la produzione di ulteriori nuovi modelli e di rendere ancora più capillare la propria presenza sul territorio generando nuove sinergie.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fallimento Aicon, la società: "Nuova gestione totalmente estranea alle vicende giudiziarie"

MessinaToday è in caricamento