Falò di Ferragosto a Tremestieri, resistenza a pubblico ufficiale e incendio doloso: due arresti

Si tratta di Domenico e Giosuè Barbuscia di 38 e 22 anni. Sono ai domiciliari in attesa del rito per direttissimo

Con l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale e incendio doloso la Polizia ha arrestato a Messina un 38enne e un 20enne, Domenico e Giosuè Barbuscia. La notte di Ferragosto, durante un servizio mirato a verificare il rispetto dell'ordinanza sindacale che dispone il divieto di accensione di falò in spiaggia, vigili urbani e polizia metropolitana hanno scoperto una grande quantità di legname accatastato sui massi frangiflutti nella zona di Tremestieri.

Quando hanno avviato le operazioni per la rimozione del materiale alcuni cittadini hanno iniziato a insultarli, minacciando di appiccare il fuoco al legname. Immediatamente è stato chiesto l'intervento della Polizia, che ha fatto scattare le manette ai polsi del 38enne e del 20enne. Entrambi sono stati posti ai domiciliari in attesa del rito direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un caso a Messina ma non è il ceppo "cinese": "Nessun allarme"

  • Da alcuni giorni non si avevano più sue notizie, anziana trovata cadavere in via del Carmine

  • Il calvario di Gianluca Trimarchi sta per finire, tra due mesi previsto il ritorno a Roccalumera

  • Cede un tombino in via Dei Mille, 57enne sprofonda per cinque metri

  • "Abusi sessuali su paziente dopo averla drogata", infermiere del Policlinico in ferie forzate

  • Sorpresi a fare sesso in piazza Repubblica: multa e daspo per una coppia focosa

Torna su
MessinaToday è in caricamento