Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Stop a family card e rimborso bollette, il dirigente De Francesco: "Abbiamo liquidato tutto"

Il funzionario ha risposto all'interrogazione di Alessandro Russo e Cristina Cannistrà. Sottolineate le condizioni in cui ha operato il personale

Uno dei cartelli esposto dagli esercenti

E' arrivata la risposta alle richieste di chiarimento dei consiglieri Alessandro Russo e Cristina Cannistrà. Parliamo della sospensione dei pagamenti per family card da utilizzare nei negozi convenzionati e per affitti e bollette. I consiglieri avevano segnalato che in questi giorni alcuni esercenti avevano comunicato ai messinesi di aver “sospeso la Family Card per il mancato rimborso delle fatture da parte del Comune di Messina”, lasciando i più bisognosi in stato di difficoltà. "Ecco perché, oltre a chiedere la ragione per cui tali ritardi del pagamento delle fatture si manifestano - concludono - nonostante i fondi del Governo ampiamente sufficienti e stanziati,  si ritiene necessario  di risolvere la situazione prima possibile, pagando i fornitori e consentendo alle famiglie messinesi di accedere al buono alimentare" - avevano scritto gli esponenti politici. 

Sospesa la Family Card e i rimborsi affitti, Russo e Cannistrà interrogano

A rispondere ai due il dirigente Salvatore De Francesco con una nota molto dettagliata. Il funzionario scrive che per le richieste del rimborso spese per gas, luce e acqua a oggi sono state presentate 6621 domande e sono state tutte liquidate. Per la family card De Francesco specifica che i mandati da parte del dipartimento comunale Finanziario vengono evasi in ordine cronologico ma che spesso gli esercenti hanno tramesso e continuano a trasmettere rendicontazioni non mensili come da prassi ma per periodi non definiti (7, 10 o 15 giorni) per le quali "è stato necessario effettuare da parte di tutti i servizi coinvolti un attento controllo nella considerazione di evitare delle sovrapposizioni di voucher e rimborsi non dovuti, sorvolando sul personale che ha lavorato in presenza senza dotazione di mascherine, senza igienizzante, senza che venissero fatte le necessarie sanificazioni lo scrivente ritiene di aver evaso tutte le richieste pervenute e che non ci siano ritardi imputabili a questo ufficio". 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop a family card e rimborso bollette, il dirigente De Francesco: "Abbiamo liquidato tutto"

MessinaToday è in caricamento