Ferrovie, in Sicilia si viaggerà a ritmo di "Pop"

In arrivo nuovi convogli per i pendolari dell'isola. Si tratta di elettrotreni capaci di viaggiare a 160 km/h con tutti i comfort a bordo. Il primo passo verso il totale rinnovo della flotta

Sui binari siciliani correrà presto un nuovo treno. E' arrivato a Palermo il primo dei 21 Pop che andranno a ringiovanire la flotta dedicata al trasporto regionale.

Trenitalia mantiene l’impegno con i pendolari siciliani. Saranno cinque entro fine anno, parte dei nuovi 43 treni previsti per il rinnovo della flotta dell’isola. Il nuovo convoglio Pop sarà in circolazione sulla linea Palermo – Termini Imerese dal 15 dicembre, con l’avvio del nuovo orario invernale 2019-2020 di Trenitalia.

Alla cerimonia di consegna hanno partecipato Nello Musumeci e Marco Falcone, presidente e assessore ai Trasporti della regione siciliana. Per Trenitalia, Orazio Iacono, amministratore delegato, e Sabrina De Filippis, direttore Divisione Passeggeri Regionale. Presenti, inoltre, i rappresentanti della ditta costruttrice Alstom.

I treni rientrano nel Contratto di Servizio decennale, sottoscritto a maggio 2018 da Regione Siciliana e Trenitalia, che prevede investimenti per oltre 426 milioni, di cui circa 325 destinati all’acquisto di nuovi treni per potenziare la mobilità regionale e metropolitana nell’isola. Sarà così possibile un progressivo incremento dell’offerta e un ulteriore miglioramento delle performance di qualità.

Saranno complessivamente 43 i nuovi convogli che arriveranno in Sicilia: 21 i Pop, 17 convogli ibridi e cinque nuovi treni elettrici. Completano la flotta i Minuetto e i sei Jazzche già circolano sulle linee dell’isola dal 2016. Un’operazione che ridurrà l’età media dei convogli dai 24,5 anni del 2017 a 7,6 del 2021.

Sono oltre 440 le corse al giorno per soddisfare le esigenze di lavoro, studio svago e turismo dei circa 40mila viaggiatori. La Sicilia è la regione col maggiore incremento di viaggiatori a bordo dei treni regionali: circa 1 milione e 20mila persone in più (+12,1%) hanno viaggiato con Trenitalia nei primi dieci mesi del 2019, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Oltre 90mila in più (+8%) a ottobre 2019 rispetto a ottobre 2018.

Accanto a un’offerta sempre più attenta alle esigenze delle persone in viaggio, i risultati raggiunti sono stati possibili anche grazie all’importante rivisitazione dei processi industriali e della macchina organizzativa e a nuovi servizi, come la customer care regionale per individuare e soddisfare i bisogni di pendolari e turisti.

Pop è il nuovo treno a mono piano e media capacità di trasporto, a 4 carrozze, con 4 motori di trazione. Viaggerà a una velocità massima di 160 km/h, avrà un’accelerazione maggiore di 1 m/s2 e potrà trasportare fino a circa 530 persone, con oltre 300 posti a sedere. Una capacità di trasporto fino al 15 per cento superiore rispetto alla precedente generazione, i Pop possiedono anche 8 porta biciclette di serie, che sui treni regionali dell’isola viaggiano gratis.

Migliori standard e performance insieme a più comfort e accessibilità per le persone. I treni Pop di Trenitalia assicureranno la rivoluzione del trasporto ferroviario regionale e invoglieranno sempre più le persone a scegliere il treno lasciando l’auto a casa. Il Pop è riciclabile fino al 97% con una riduzione del 30% dei consumi energetici rispetto ai treni precedenti. Insieme a una sempre maggiore affidabilità (telediagnostica di serie) ed elevati standard di security (telecamere e monitor di bordo con riprese live), sono disponibili diverse configurazioni esterne e interne realizzate per rispondere alle esigenze individuate dal committente Regione.

I Pop sono parte del più ampio piano di rilancio del gruppo FS Italiane per il trasporto regionale che prevede un investimento economico complessivo di circa 6 miliardi di euro e oltre 600 nuovi treni entro cinque anni, per il rinnovo dell’80% della flotta. Una maxi fornitura che, per numero di treni e valore economico, non ha precedenti in Italia. Unico l’obiettivo: garantire la qualità e l’eccellenza dell’alta velocità italiana anche nel trasporto ferroviario regionale e metropolitano e migliorare così la qualità di vita del milione e mezzo di pendolari che viaggiano ogni giorno con Trenitalia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Atti sessuali con una minore, noto istruttore di ginnastica artistica agli arresti

  • Blatte e scarafaggi tra panna e babà, chiusi una nota pasticceria e un laboratorio abusivo

  • Carabiniere messinese vince causa contro l'Inps, dovranno ricalcolare la pensione

  • Covid, l'ex tronista Munafò denuncia troppa superficialità a Milazzo: “Non toccate mio figlio”

  • Coronavirus: un nuovo contagiato in Sicilia, sono 130 gli attuali positivi

  • Incidente stradale a Giardini Naxos, perde la vita a 19 anni

Torna su
MessinaToday è in caricamento