Cronaca

La festa di compleanno dell'assessore finisce al ministero, lettera aperta a Bianchi

La vicenda ricostruita per l'esponente del governo dal docente e saggista Antonio Mazzeo. I chiarimenti della dirigente dell'Antonello non convincono l'opposizione: dopo il Pd e M5Stelle anche Sicilia Futura chiede le dimissioni. Interdonato: “Deve presentare i documenti che attestino che lei abbia sostenuto le spese del pranzo”

Laura Tringali

E’ finita all’attenzione del ministro dell’Istruzione Lorenzo Bianchi la festa di compleanno all’alberghiero Antonello di Laura Tringali, dirigente scolastico dell’istituto nonché assessora alla Pubblica istruzione.

A interpellare l’esponente di governo, il docente e saggista Antonio Mazzeo che, con una lettera aperta inviata nel pomeriggio alla segreteria personale del ministro, ricostruisce quanto accaduto.

Oggi, la dirigente, ha ammesso in conferenza stampa l’estemporaneità di una festicciola con spumante, torta e assaggi di primi preparati dagli studenti che si sarebbe svolta “nel rispetto del distanziamento sociale e con tutte le precauzioni” ma non è riuscita a fugare una serie di dubbi sull’opportunità di spegnere le candeline circondata da una quindicina di persone tra docenti e personale amministrativo in un momento in cui si impongono a tutti tante restrizioni.

Per l’assessore sono state chieste le dimissioni da parte dei consiglieri comunali del Pd, del M5stelle e di Sicilia Futura. Per Nino Interdonato non basta la testa:  “La Tringali deve presentare i documenti che attestino che lei abbia sostenuto le spese del pranzo, onde evitare di sfociare in altri spiacevoli incidenti di percorso!”.

L’intera vicenda è ora all’attenzione del ministro Patrizio Bianchi.

Mazzeo, insegnante di Scienze Motorie di un Istituto Comprensivo di Messina centro, dopo aver ricostruito la vicenda si è detto amareggiato per quanto accaduto:

“Da quanto descritto dalla prof Tringali – scrive Mazzeo al ministro - più che di un istituto professionale del XXI secolo, l’Antonello sembra la dimora di un feudatario medievale che i vassalli omaggiano annualmente con doni, piante e collane o, se guardiamo meglio alla velocità con cui vengono sfornati torte, piatti di pasta, un college per apprendisti maghi stile Herry Potter. Produce sconcerto l’apprendere che è prassi consolidata dell’istituto festeggiare con bottiglie di spumante compleanni di docenti e collaboratori anche in tempi drammatici di pandemia e quando al 50% degli studenti è impedito l’apprendimento in presenza. La dirigente – continua la nota - si è anche guardata bene di spiegare le modalità con cui gli studenti vengono dirottati in laboratorio per produrre vivande per dirigenti e professori e chi e in che modo ha pagato il buffet di compleanno. Relativamente a quest’ultimo punto ho chiesto pubblicamente (e inutilmente) delucidazioni alla protagonista.

Mi consenta di esprimere tutta la mia amarezza personale per quanto accaduto anche perché ho ritenuto in questi mesi – proprio per le funzioni educative-pubbliche che ci onoriamo di svolgere a servizio delle nostre ragazze e ragazzi – di dovermi comportare in modo diametricalmente opposto alla dirigente e ai “colleghi” che ritengono legittimo, meritorio e opportuno effettuare festeggiamenti con decine di persone, in un edificio pubblico, anzi meglio, in una scuola. In quest’anno scolastico flagellato dal Covid19, ho vissuto due momenti importanti che avrei voluto socializzare con familiari, amici e colleghi: un prestigioso premio giornalistico internazionale e il mio 60° compleanno. Non l’ho fatto per rispetto delle leggi e del buon senso, ma soprattutto perché ho sempre ritenuto che un vero insegnante è colui che testimonia coerentemente il suo essere con le sue attività e il suo modo di fare. Non è solo questione di forma o di stile – conclude Mazzeo - Ma di sostanza ed identità. E mi onoro pertanto di essere tra coloro che continueranno a chiedere in ogni occasione le dimissioni da assessora e la sospensione da dirigente della professoressa Laura Tringali, anche al costo di essere definito dalla stessa un vigliacco”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La festa di compleanno dell'assessore finisce al ministero, lettera aperta a Bianchi

MessinaToday è in caricamento