rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Ore in fila al drive in, poi la scoperta: “Nessun tampone sono finiti” ma dall'Asp assicurano che i test ci sono

Una cinquantina di persone hanno dovuto fare macchina indietro anche per motivi legati alla viabilità. Il dato che attesta l'altissima affluenza per sottoporsi ai controlli preventivi

Dopo una fila di oltre due ore rispediti a casa perchè avevano finito i tamponi. Questa la giustificazione ad alcune persone che oggi pomeriggio erano al drive in dell'ex Gasometro per effettuare il test.

Tra l'imbarazzo generale dei sanitari e le proteste di chi era lì, tanti sono stai rispediti a casa dalla polizia municipale anche per motivi legati alla viabilità e alla sicurezza. Il piazzale era strapieno e la fila rischiava di paralizzare anche il viale della Libertà. Preoccupazione anche perchè nel pomeriggio sono stati diversi i casi registrati di positività nell'area attrezzata per effettuare i tamponi.

Una cinquantina di persone hanno dovuto fare marcia indietro dopo almeno due ore di attesa. Un dato che attesa l'altissima affluenza per sottoporsi al controllo preventivo, alcuni legati anche al rientro nelle città di provinienza o per tornare al lavoro. In tanti hanno deciso di ripiegare sul servizio a pagamento.

L'ex Gasometro di viale Giostra è diventato un punto di riferimento stabile per i tamponi. La struttura sarà mantenuta fino alla fine dell'emergenza.

Intanto dall'ufficio per l'emergenza Covid assicurano che i tamponi ci sono per tutti e che alla base delle motivazione fornita ad alcune persone ci deve essere sicuramente qualche incomprensione.

articolo aggiornato alle 17.32 del 4 gennaio 2021 // inserita precisazione sui tamponi da parte dell'Asp

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ore in fila al drive in, poi la scoperta: “Nessun tampone sono finiti” ma dall'Asp assicurano che i test ci sono

MessinaToday è in caricamento