rotate-mobile
Cronaca

Finanziaria, approvati gli aumenti degli stipendi per i forestali e i precari della Regione

Ecco cosa prevedono gli articoli approvati. L'assessore Falcone: "Diamo così risposte concrete ed efficaci al mondo del precariato che, per la Regione, deve essere risorsa e non un peso"

Quaranta mila euro alle aziende siciliane che nel triennio 2023-2025 assumeranno over 50 o donne. E' quanto prevede un emendamento alla legge di stabilità, a firma della deputata M5S Roberta Schillaci, approvato oggi in Commissione Bilancio all’Ars. “Si tratta di un ottimo incentivo per le imprese - afferma - che, grazie a questa norma, potrebbero essere molto invogliate ad assumere soggetti che difficilmente oggi riescono a trovare lavoro a causa della loro età avanzata che li colloca ai margini del mercato del lavoro, o donne che spesso hanno maggiori difficoltà degli uomini a trovare occupazione. L’emendamento va ora al vaglio dell’aula, ma siamo fiduciosi che possa diventare legge”.

David: "Un aumento di 50 euro non risolverà i problemi dei Forestali"

La norma di maggior peso aggiunta alla Finanziaria spedita all’Ars a fine dicembre è quella preparata dall’assessore all’Agricoltura, Luca Sammartino, che prevede lo stanziamento di 22 milioni di euro per l’adeguamento dello stipendio dei forestali. 

"Sono molto soddisfatto per il lavoro della commissione bilancio all’Ars che ha approvato l’articolo della finanziaria con lo stanziamento di 22 milioni di euro per l’adeguamento dello stipendio dei forestali al ccnl, una misura che restituisce dignità a questi lavoratori e un primo segnale importante del nuovo corso del governo Schifani" dice l’assessore regionale all’Agricoltura. "L’attenzione da parte mia al settore è massima – aggiunge Sammartino - .Un primo importante passo è stato raggiunto, anche grazie al dialogo con i sindacati. Adesso la manovra proceda spedita per l’approvazione in Aula".

Queste invece le considerazioni dell'assessore all’Economia della Regione Siciliana Marco Falcone, sull'iter della legge di stabilità in II Commissione Ars. "Prosegue proficuamente la trattazione degli articoli della legge di stabilità in Commissione Bilancio all'Ars. Sono stati approvati gli articoli 3,4,6 e 7". "L’articolo 3 - spiega - rifinanzia e mette in sicurezza l’Arpa (Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente) garantendo le sue fondamentali funzioni; l’articolo 4 riguarda i forestali e formalizza gli adeguamenti contrattuali da tempo attesi; l’articolo 6 prevede l’integrazione oraria dei lavoratori Asu, così come promesso dal governo Schifani. Infine l’articolo 7 introduce l’integrazione dei salari dei lavoratori Rmi e Pip, di fatto raddoppiandoli in linea ai parametri Istat. Diamo così risposte concrete ed efficaci al mondo del precariato che, per la Regione, deve essere risorsa e non un peso".

Soddisfazione è stata espressa da Marianna Flauto, segretario generale Uiltucs Sicilia, per l’approvazione in commissione Bilancio all'Ars della norma, contenuta nella Finanziaria, che consente di indicizzare ai parametri Istat e quindi incrementare le indennità di alcune categorie di lavoratori tra cui i Pip: “Ringraziamo il presidente Schifani e tutto il governo regionale per aver mantenuto l’impegno di stanziare le risorse - dice Flauto - ora si proseguirà con l’iter per arrivare alla stabilizzazione, con un incontro in cui si inizierà a verificare le necessità di organico delle varie società partecipate".

Via libera in commissione Bilancio all'Ars anche all'emendamento che raddoppia il sussidio ai circa 4 mila lavoratori Asu, da 600 a 1.200 euro al mese grazie all'incremento delle ore di lavoro settimanali, portate a 36. L'emendamento è a firma dei deputati della Dc Carmelo Pace, Ignazio Abbate e Marco Intravaia di FdI. L'ok è arrivato stamani con l'assessore all'Economia Marco Falcone che ha trovato le coperture finanziarie per tre anni: 18 milioni di euro all'anno.

"Finalmente anche questa categoria di lavoratori percepirà uno stipendio dignitoso, dopo che per quasi 30 anni hanno ricevuto una indennità mensile di appena 600 euro", dichiara il capogruppo della Dc all'Ars, Carmelo Pace. "Sarà un supporto anche per i Comuni che utilizzano ben 3.000 unità e che adesso potranno avere a disposizione questo personale per tutta la settimana, offrendo ai cittadini servizi più efficienti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finanziaria, approvati gli aumenti degli stipendi per i forestali e i precari della Regione

MessinaToday è in caricamento