menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fontana Orione, sinergia con l’Opificio delle Pietre dure per il restyling

Procede speditamente l'iter relativo al piano di interventi da realizzare in due step. Mondello: “L'amministrazione punta al recupero delle opere più significative della città”

Procede speditamente l'iter relativo al piano di interventi da realizzare sulla Fontana Orione di Piazza Duomo. Lo comunicano gli assessori ai Beni Culturali e Ambientali Salvatore Mondello e all’Arredo Urbano Massimiliano Minutoli con il Soprintendente Mirella Vinci. È stata infatti avviata, da tempo, una sinergia con l’Opificio delle Pietre dure di Firenze, per la delicatezza e l’importanza che il restauro della monumentale opera del Montorsoli, prezioso simbolo della città di Messina, rappresenta.

“La cura della bellezza del nostro patrimonio architettonico – ha evidenziato l’assessore Mondello – è uno dei punti programmatici di questa Amministrazione. Compatibilmente con le tante emergenze concomitanti, che rendono ancora più difficile il nostro lavoro, puntiamo ad un progressivo restyling delle opere più significative, che nella nostra bella città non mancano. In pieno accordo con il soprintendente Mirella Vinci, contiamo di effettuare gli interventi per la Fontana Orione in due fasi; nel primo step si procederà alle verifiche delle condizioni di degrado della struttura, attraverso l’analisi di materiale fotografico e di apposito sopralluogo congiunto, tra il RUP e la Soprintendenza. Nelle due settimane successive sarà allestita una videoconferenza con i tecnici dell’Opificio e con i Consulenti di diagnostica, per l’individuazione delle tipologie di indagini da effettuare, secondo linee guida che saranno redatte dal prestigioso Istituto fiorentino”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento