rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Cronaca

Foto di minori nel sito della Messina Socialcity, parte la diffida

Il post sott'accusa è quello pubblicato nell'ambito della manifestazione Street food ed è corredato da circa 24 foto di minori. La segnalazione di Angela Rizzo, responsabile regionale per i Servizi Sociali di CittadinanzAttiva Sicilia, alla Garante nazionale per l'Infanzia

Le foto di minori assistiti dal Servizio comunale di “Educativa Domiciliare” finiscono sul profilo facebook della partecipata del Comune Messina Social City e scatta la denuncia. 

Angela Rizzo, responsabile regionale per i Servizi Sociali di CittadinanzAttiva Sicilia, ha segnalato l'accaduto alla Garante nazionale per per l’infanzia e l’adolescenza Carla Garlatti, al Garante della Privacy Pasquale Stanzione e per conoscenza al sindaco di Messina Federico Basile.

Il post sott'accusa è quello pubblicato nell'ambito della manifestazione Street food ed è corredato da circa 24 foto di minori intenti a mangiare e divertirsi. “Come si evince dal post in questione - scrive la Rizzo - sono fotografati minori assistiti dal Servizio comunale di “Educativa Domiciliare” perché bisognosi di supporto per compensare deficienze educative e/o accuditive, minori che mai dovrebbero essere esposti sui social oltretutto con foto non schermate. Il sindaco, che peraltro è presente nelle foto circondato dai detti minori, riceve la presente nota per immediata conoscenza affinchè possa subito disporre il ritiro delle foto dalla pagina social ed evitare che si ripeta in futuro". 

Non manca la nota polemica con la richiesta di provvedimenti: “A questo punto, sorge anche il dubbio se i responsabili dei servizi, gli operatori, il Cda e l’assessore alle Politiche Sociali conoscano la normativa sulla tutela della privacy dei minori e degli utenti fragili e se non sia la prima volta che accada quanto ora denunciato. Si resta in attesa di conoscere l’esito istruttorio e quanto le Autorità Garanti in indirizzo vorranno disporre nei confronti dell’Azienda Speciale per i Servizi Sociali del Comune di Messina” .

Sulla vicenda l'intervento di Palmira Mancuso (+EU/PD): "Un caso che dimostra quanto siano ignoranti delle regole di tutela dei minori i responsabili di Messina Social City, così come chi gestisce (e a che titolo) la comunicazione della società e come le partecipate vengano usate per gratificare il Sindaco Basile, che non potendo o sapendo parlare di politica, preferisce esercitarla solo a mezzo foto sui social. Spero che questo grave episodio sia l'inizio di una vera ricognizione su come vengono gestiti i servizi sociali a Messina, almeno adesso che la campagna elettorale è finita".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foto di minori nel sito della Messina Socialcity, parte la diffida

MessinaToday è in caricamento