Frana di Portella, Mondello e Minutoli: “Ritardi nel cantiere, si valuta anche la rescissione del contratto”

I due assessori replicano ai Comitati di cittadini sui ritardi per i lavori: “Nessuna inefficienza della politica, abbiamo sempre monitorato la situazione”

“Comprendiamo le legittime rivendicazioni e i disagi dei cittadini residenti e dei Comitati spontanei ma riteniamo di non avere lasciato nulla di intentato, di aver svolto appieno il ruolo di indirizzo politico che compete all’Amministrazione Comunale, supportando gli uffici e dirimendo le questioni”.

E questa la risposta a “distanza” ai comitati delle aree interessate alla frana di Portella Castanea e dei conseguenti lavori di messa in sicurezza non ancora ultimati. Dopo l'incontro in prefettura per manifestare preoccupazione per i ritardi e i rischi per la pubblica incolumità, l’assessore ai Lavori Pubblici Salvatore Mondello e alla Protezione Civile Massimiliano Minutoli, hanno voluto chiarire che “l’Amministrazione Comunale, fin dal suo insediamento, ha posto in essere una incessante attività, finalizzata al reperimento dei fondi, alla velocizzazione degli iter tecnico amministrativi ed all’ottenimento del nulla osta ambientale da parte della Regione”.

“Tali attività - si legge in una nota - hanno creato tutti i necessari presupposti per consentire alla Ditta appaltatrice di riprendere i lavori. In ogni caso, l’attenzione alla questione è rimasta alta, ponendo in essere una sequela di solleciti agli uffici competenti e verifiche, visibili in quanto presenti agli atti, fino alla data odierna, avendo constatato, ancora una volta, la persistente inattività del cantiere. A riprova di ciò, la corposa documentazione prodotta, ivi compresa la valutazione della possibilità di rescissione del contratto con la Ditta appaltatrice. Pertanto, si respingono gli ingiusti addebiti di inefficienza rivolti alla parte politica, garantendo comunque il costante monitoraggio della situazione, unitamente ai tecnici della Città Metropolitana, il cui prezioso lavoro ha dovuto subire un rallentamento, a causa del concomitante evento meteorologico eccezionale che ha colpito i territori di Barcellona e Terme Vigliatore. Siamo tutti coinvolti per il raggiungimento di un obiettivo comune - conludono i due assessori -  e dunque è necessario che ognuno di noi allenti la tensione, nell’ottica della collaborazione e della sinergia, per affrontare in maniera condivisa la questione. L’Amministrazione intende andare avanti fino al completamento dell’opera, in considerazione dell’importanza strategica che la stessa riveste per i Villaggi coinvolti e per l’intera città”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Far west sui Colli Sanrizzo, insulti e schiaffi tra due famiglie nell'area attrezzata di Musolino

  • Cade da cavallo e sbatte la testa, 18enne in gravissime condizioni

  • Rissa tra ragazzine a Villa Dante, due ferite: quattro pattuglie dei vigili per calmare gli animi

  • Brigata Aosta nello sconforto per la morte di Filippo Fontana, indagini a tutto campo a Capo d'Orlando

  • Ucciso a Los Angeles il regista Serraino, “Un amore spropositato per Messina che non gli ha mai tributato nulla”

  • La nuova Maserati Corse parla messinese, nel team di progettazione due ex studenti UniMe

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento