Cronaca Barcellona Pozzo di Gotto

Esplosione in fabbrica, Barcellona saluta per l'ultima volta Venera Mazzeo

Basilica di San Sebastiano gremita da cittadini e autorità. E' il primo funerale a nove giorni dalla tragedia di Femminamorta. Proseguono le indagini per chiarire le cause dell'esplosione

Silenzio e commozione. Barcellona Pozzo di Gotto ha salutato per l'ultima volta Venera Mazzeo, la 71enne morta lo scorso 20 novembre insieme ad altre quattro persone a causa dell'esplosione nella fabbrica di giochi d'artificio della famiglia Costa.

Alle esequie, celebrate nella basilica di San Sebastiano dal sacerdote Tindaro Iannelli, hanno partecipato centinaia di persone. Presenti anche le autorità civili e militari insieme ai familiari della sfortunata donna.

Si tratta del primo funerale celebrato dopo la tremenda esplosione di nove giorni fa. Le altre salme, infatti, sono state consegnate nelle ultime ore e sabato prossimo si terranno le rispettive omelie.

Proseguono senza sosta le indagini della procura di Barcellona Pozzo di Gotto e dei carabinieri che stanno vagliando tutte le piste e accertando il contenuto di dispositivi e cellulari dei Bagnato. Tra le prime ipotesi quella che del colorante abbia potuto fare da miccia per l'esplosione paragonata a un missile dal procuratore capo Emanuele Crescenti.

Finora, gli unici indagati restano Vito Costa, titolare dell'azienda di contrada Femminamorta e Corrado Bagnato, a capo della ditta che stava eseguendo alcuni lavori di manutenzione in quel drammatico pomeriggio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esplosione in fabbrica, Barcellona saluta per l'ultima volta Venera Mazzeo

MessinaToday è in caricamento