rotate-mobile

VIDEO | A Mezzanotte si illumina il cielo di Messina, valanga di botti e petardi nonostante i divieti: 3 bimbi feriti

L'ordinanza del sindaco non ha fermato i festeggiamenti con i fuochi d'artificio. L'episodio più grave nella provincia con un uomo ora ricoverato al Policlinico per le escoriazioni alla mano sinistra

Nessuno avrebbe dovuto accendere neanche un mortaretto. Non è andata così. A dispetto dell'ordinanza con la quale il sindaco di Messina, Federico Basile, ha vietato i festeggiamenti con botti, petardi e fuochi d'artificio, tanti messinesi non hanno rinunciato ai festeggiamenti col botto degni dei fuochi di artificio di ferragosto. Tante le zone della città in cui il divieto non è stato rispettato, da Giostra (nel video) a Minissale ma anche in varie zone del centro i botti hanno salutato l'arrivo del nuovo anno. 

Non è stato reso noto, al momento, il resoconto dell'attività di controlli delle forze dell'ordine durante la notte e le eventuali sanzioni per avere violato l'ordinanza anti-botti nè si sono registrati nel complesso incidenti gravi. Per il 118 solo interventi di routine. Al Policlinico sono stati medicati tre bambini che si sono presentati per qualche escorazione legata allo scoppio di petardi e sono stati dimessi nella notte stessa. Per quanto riguarda la provincia, la situazione più grave si è registrata a Patti dove un uomo è rimasto ferito alla mano sinistra per lo scoppio di un petardo. L'uomo ha dichiarato di averlo trovato sul balcone. Trenta giorni la prognosi, si trova ricoverato al Policlinico.

articolo modificato alle 11.40 dell'1 gennaio 2022 // aggiunti dettagli su feriti

Video popolari

MessinaToday è in caricamento