Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca Santa Margherita / Galati Marina

Messa in sicurezza Galati, i residenti: "Attendiamo ancora interventi concreti"

Il Comitato continua a vigilare sui lavori lungo il litorale del villaggio. Ruspe ancora ferme mentre si attende ancora il parere dell'Arpa

Il Comitato di residenti tiene ancora accesi i riflettori sui lavori di messa in sicurezza del litorale di Galati. Gli interventi entreranno nel vivo con la posa del primo pennello, ma si attende ancora il parere definitivo dell'Arpa sul piano di monitoraggio ambientale che è già stato redatto. Un documento che doveva già essere redatto la scorsa settimana, come ribadito dal commissario Maurizio Croce, ma il mancato ritorno delle ruspe in azione sulla spiaggia mette in allarme chi abita nel villaggio e teme nuovi ritardi.

Il Comitato: "Attendiamo ancora interventi concreti"

Il Comitato Salviamo Galati Marina, nell'intento di garantire la difesa e la sicurezza degli abitanti del luogo oltre che a monitorare affinchè quest'opera venga realizzata , mantiene alta l'attenzione e intende denunciare l'assenza di qualsiasi tipo di intervento concreto sui luoghi a parte qualche comparsa (tre-quattro in 43 giorni) di un mezzo meccanico, di cui non si comprende il fine operativo e per un impegno lavorativo di non più di un'ora c.a.
In data 14 Aprile ultimo u.s. è avvenuta la consegna dei lavori al Consorzio stabile Vitruvio scarl, il 3 Maggio u.s. è giunto il primo mezzo a Galati; in data 24 Maggio u.s. abbiamo assistito ad un annuncio trionfale dell'avvio dei lavori ed, addirittura, nei telegiornali locali si è parlato di completamento della realizzazione del primo pennello a Galati Marina, tuttavia con nostro grande rammarico non possiamo che constatare che, ormai, la data di avvio dei lavori di messa in sicurezza del litorale di Galati Marina e S. Margherita rimanga solo un annuncio che viene ripetuto e posticipato nel tempo. Ancora una volta ci si è dovuti scontrare con la macchina "malata" della burocrazia e della politica e con la triste e amara verità della mancanza di questo o quel documento. Ad oggi, sembra che il tutto non possa partire a causa della mancanza di un parere di monitoraggio ambientale ad opera di Arpa (in qualità di ente vigilante), da produrre "ante operam", così come previsto dal "Parere C.T.S. del 29/10/2020" predisposto per il procedimento di verifica di Assoggettabilità a V.I.A.
Ribadiamo l'urgenza degli interventi per la cui esecuzione il tempo disponibile è ormai ridotto al minimo, considerato anche il fatto che, dall'assegnazione dei lavori, sono già trascorsi più di due mesi senza che nulla si sia realizzato.
Non condividendo la politica degli annunci e delle passerelle politiche, esortiamo le istituzioni a passare al più presto dalle parole ai fatti! Il Comitato continuerà a restare attento e vigile sulla questione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Messa in sicurezza Galati, i residenti: "Attendiamo ancora interventi concreti"

MessinaToday è in caricamento