menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Galleria d'arte Moderna "chiude" per..aprire alle grandi mostre, Caruso: "Adesso si fa sul serio"

Con una delibera di giunta l'assessore alla cultura ha riportato all'attenzione lo spazio del Palacultura. Si comincia con l'istituzione di un Comitato scientifico e con la possibilità di rendere l'area agevole per ospitare anche personalità artistiche internazionali. "Nel giro di un paio di mesi un volto nuovo alla pinacoteca", ha detto

Aggiornare l'impianto di videosorveglianza e di climatizzazione per ammodernare la Galleria d'arte Moderna del Palacultura rendendola in linea con gli standard necessari per ospitare mostre di respiro internazionale. Questo l'obiettivo della giunta comunale che ha di recente approvato la delibera proposta dall'assessore alla cultura Enzo Caruso volta alla rivalorizzazione dello spazio. "Era un open space, ma adesso al suo interno si deve chiudere un'area da poter destinare a mostre periodiche anche di artisti internazionali", spiega Caruso a MessinaToday. 

Un procedimento che per essere compiuto dovrà attraversare oltre alla fase dei lavori infrastrutturali anche quello dell'istituzione di un Comitato scientifico. "Si tratterà di un organo di garanzia che valuterà le selezioni e che allestirà anche le mostre - prosegue l'assessore - Nel giro di un paio di mesi si potranno avere già le figure richieste". Si tratterà, poi, di modificare o integrare il regolamento esistente e, quindi, una volta superata la pandemia di procedere all'inserimento della città di Messina nei circuiti artistici nazionali e internazionali. 

"Inoltre ci sono tante opere che i messinesi vogliono donare alla galleria, dunque è importante che siano persone qualificate a scegliere cosa accettare e cosa no", conclude Caruso. La GAMM contiene opere preziosissime acquistate dal Comune di Messina o ad esso donate, che recano la firma non solo di artisti locali, ma anche di fama internazionale quali Mirò, Tadini, Schifano, Canonico, Corsini, O'Taina esposte in modo permanente al primo piano del Palacultura. Il catalogo completo è stato pubblicato lo scorso anno ma la pandemia non ha ancora dato la possibilità di presentarlo.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Parità di genere, musica e confronto in diretta streaming

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento