Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Ganzirri / Via Consolare Pompea

Inquinamento a Ganzirri, controlli mirati per sanzioni e mappa degli scarichi

Campagna di verifiche pozzetti tra condomini e case che potrebbero infettare di acque nere la Riserva da parte della polizia municipale, agenti della Città metropolitana e Finanza. Non c'è solo il caso Giardino sui Laghi

Non c'è soltanto il Giardino sui Laghi tra gli edifici sotto accusa per scarichi inquinanti ai laghi di Ganzirri. Domani - dopo i primi controlli e le notifiche delle missive alle abitazioni - inizieranno le "visite" di polizia municipale, polizia metropolitana e Guardia di Finanza per verificare i pozzetti e come funzionano, se scaricano reflui nella Riserva di Capo Peloro oppure no.

L'assessore comunale all'Ambiente Dafne Musolino non molla la presa sull'inquinamento ambientale a Ganzirri e intende redigere una mappa con nomi e cognomi di condomìni e privati che sporcano le acque. A inizio mese la notizia che i valori inquinanti al lago grande erano saliti. Sotto accusa il collegamento tra il pozzetto delle acque meteoriche del Residence sui Laghi, una serie di ville a schiera, e lo scarico che si riversa nella Riserva. Secondo gli ultimi dati dell'Arpa è emerso che nel tombino delle acque meteoriche del Giardino sui Laghi (l'amministratore Vittorio Grosso aveva annunciato controlli interni) c’è una presenza di valori elevati tra i quali colibatteri per 78 mila unità. Per questo domani inizierà una campagna di accesso per il controllo degli scarichi. Sarà poi convocata un’ulteriore riunione finalizzata ad individuare esattamente dove si innestano nella rete delle acque bianche gli scarichi che evidentemente conducono reflui fognari immettendoli nella condotta delle acque bianche. 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inquinamento a Ganzirri, controlli mirati per sanzioni e mappa degli scarichi

MessinaToday è in caricamento