Cronaca

Garanti della persona con disabilità e dei detenuti, il M5Stelle sollecita le procedure per la nomina

I consiglieri Cristina Cannistrà e Giuseppe Fusco spronano l’amministrazione comunale dopo l’annuncio da parte del sindaco di voler accogliere un punto del loro programma elettorale sull’istituzione del “Disabilty manager”

Avviare con urgenza le procedure per la nomina dei garanti della persona con disabilità e della persona detenuta: figura di tutela, promozione e salvaguardia dei diritti dei cittadini in condizioni di disagio che operano in una vasta dimensione territoriale, cosi come previsto dalla normativa di riferimento.

È la richiesta avanzata all’Amministrazione comunale dal gruppo consiliare del M5s e in particolare dai consiglieri Giuseppe Fusco e Cristina Cannistrà. “Ci riteniamo soddisfatti, nella sostanza, per le dichiarazioni rilasciate dal sindaco Cateno De Luca, che in data 14 febbraio 2020 ha annunciato di voler accogliere un punto del nostro programma elettorale, ma non siamo soddisfatti nel merito poiché si tratta delle solite esternazioni social non corroborate finora da fatti e atti amministrativi concreti”, commentano i consiglieri, con riferimento all’istituzione della figura del “Disabilty manager”, ovvero un professionista che espleta il suo incarico a titolo oneroso e che opera nell’ambito della disabilità con competenze aggiuntive, andando ad integrare una professionalità già esistente (architetto, avvocato, assistente sociale, ecc.) in base ai diversi contesti di lavoro (enti locali, ospedali, aziende, ecc.) nella pubblica amministrazione.

“Riteniamo tuttavia altrettanto importante, e forse anche più - proseguono - l’istituzione delle figure di tutela come i “Garanti della persona con Disabilità” (delibera n. 33/C del 2018) e il “Garante della persona detenuta” (delibera n. 50/C del 2017), più volte sollecitata dalla consigliera Cannistrà durante il suo mandato di Presidente della VII commissione consiliare “Politiche Sociali”, anche con note scritte rimaste tuttavia inascoltate dall’Amministrazione. Le procedure erano state avviate con il dirigente al ramo dell’epoca, Domenico Zaccone, ma non sono state portate a termine perché lo stesso è stato sostituito dalla dirigente Loredana Carrara, sostituita a sua volta da Salvatore De Francesco dopo l'avvio delle procedure. Durante il periodo della dirigente Carrara, stante le insistenze del nostro Gruppo Consiliare, si è solo riusciti a portare a termine le procedure di nomina del “Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza”, Angelo Fabio Costantino, che sta svolgendo un ottimo lavoro sul territorio ponendo l’attenzione, in modo puntuale, su diverse tematiche riguardanti i minori e le problematiche correlate, comprese quelle connesse alla devianza minorile», concludono, ribadendo la necessità di istituire le due figure professionali: «In caso di persistente inadempimento dell’Amministrazione, sarà compito del nostro Gruppo consiliare intervenire in merito”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Garanti della persona con disabilità e dei detenuti, il M5Stelle sollecita le procedure per la nomina

MessinaToday è in caricamento