Cronaca

Gemellini morti, il Policlinico chiarisce: "Arrivati già con una gravissima infezione in tutto l'organismo"

I due neonati sono morti a pochi giorni di distanza l'uno dall'altro. Sulla vicenda la magistratura ha aperto un'inchiesta. L'intervento dell'azienda ospedaliera che aveva ricevuto i due piccoli pazienti dal San Vincenzo di Taormina

Quando dal San Vincenzo di Taormina sono giunti al Policlinico di Messina i due gemellini, morti a pochi giorni di distanza l'uno dall'altro, avevano già in corso una gravissima infezione in tutto l'organismo. 

E' questa la ricostruzione dell'azienda ospedaliera a poche ore dall'apertura di un'inchiesta della magistratura che adesso intende chiarire tutti i contorni della vicenda e attribuire eventuali responsabilità.

Di seguito la nota inviata dal Policlinico:

Alla luce delle notizie diffuse negli ultimi giorni  relativamente al decesso di due neonati gemelli avvenuto presso l’Unità di Terapia Intensiva Neonatale di questa Azienda ospedaliera universitaria - nell’esprimere il cordoglio per i familiari dei due bimbi - si sottolinea, a beneficio di una corretta informazione, che i due gemellini trasferiti a distanza di circa dodici ore l’uno dall’altro da un altro nosocomio,avevano entrambi uno stato patologico che rappresentava  l’evoluzione più grave, con coinvolgimento dell'intero organismo, di un’infezione. Appare di tutta evidenza, quindi, che entrambi  i neonati avevano contratto altrove l’infezione, prima di giungere nella nostra Azienda.
Va evidenziato, inoltre, che la nostra A.O.U. rappresenta un centro di riferimento  per la terapia intensiva neonatale, in cui afferiscono neonati provenienti, oltre che dai punti nascita, anche da altre  Unità di Terapia Intensiva Neonatale di Messina e  provincia al fine di poter offrire, come centro di eccellenza, il massimo grado di intensità di cure ed il più avanzato supporto tecnologico per i neonati più critici, a maggiore complessità assistenziale, e purtroppo con prognosi spesso infausta.

La vicenda

I due neonati, figli di una coppia di Riposto, erano nati  lo scorso 14 agosto all'ospedale San Vincenzo di Taormina. La femminuccia è deceduta lo scorso 6 settembre mentre il fratellino si è spento sei giorni più tardi. Il sospetto è che i bimbi possano aver contratto una violenta forma di infezione neonatale subito dopo il parto

Dopo la tragedia, i genitori, il padre di 36 anni e la madre di 27, si sono subito rivolti ad un legale del foro di Catania. 

Ieri è stata effettuata l'autopsia su Cristian. La settimana scorsa sono stati eseguiti altri esami tecnici irripetibili sul corpo della piccola Allison, che si è spenta invece il 6 settembre.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gemellini morti, il Policlinico chiarisce: "Arrivati già con una gravissima infezione in tutto l'organismo"

MessinaToday è in caricamento