Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

"Non c'è disponibilità nei reparti di rianimazione”, l'odissea di una paziente da Messina ricoverata a Catania

Una donna portata dal 118 prima al Policlinico e poi al Piemonte, trova posto solo al Cannizzaro della città etnea. Il responsabile del servizio di emergenza, Mimmo Runci: “Anche venerdì il primo ospedale disponibile era quello di Caltagirone”

Polmonite, con difficoltà di respirazione, costretta a ricoverarsi all’ospedale Cannizzaro di Catania perchè evidentemente non c’era posto negli ospedali di Messina e provincia.

E’ quanto accaduto stanotte ad una donna che è stata portata prima dai sanitari del 118 al Policlinico e poi all'ospedale Piemonte che attualmente ha chiuso una serie di reparti per i lavori di adeguamento.

La vicenda riaccende i dubbi sui posti letto di rianimazione effettivamente disponibili in città, quanto meno quelli che non sono legati all’emergenza Covid. Una emergenza che tra l’altro non può più considerarsi tale, se si valuta che risulta ricoverato per il Covid un solo paziente in rianimazione e si trova al Papardo.

Ma qualche numero evidentemente non torna. Se solo al Policlinico risultano 38 posti letto di Rianimazione fra Covid e non Covid, occorre capire ora quali solo le ragioni della mancata disponibilità al ricovero. Dal Policlinico, prima tappa da cui la paziente è passata, non è stato possibile avere ancora chiarimenti. 

Ma a confermare la mancata disponibilità negli ospedali di Messina e provincia è il responsabile del 118 di Messina, Mimmo Runci. “Non conosco ancora il caso specifico di questa signora ricoverata a Catania stanotte – spiega il dottore Runci -  ma posso assicurare che effettivamente ci sono sono difficoltà a ricoverare nelle rianimazioni di Messina. Quantomeno fino a venerdì. Mi risulta personalmente che il primo posto disponibile era all’ospedale di Caltagirone. Dal 118 non abbiamo alcun interesse a portarle fuori, se questa signora è stata ricoverata fuori città vuol dire che anche stanotte non è stato possibile trovarle un posto letto nel nostro territorio di riferimento”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non c'è disponibilità nei reparti di rianimazione”, l'odissea di una paziente da Messina ricoverata a Catania

MessinaToday è in caricamento