Cronaca Roccalumera

Il rientro di Gianluca Trimarchi a Roccalumera, il neurochirurgo: "Presto tornerà a fare sport"

Parenti e amici hanno salutato "Pagliuca", aggredito lo scorso luglio, ma a distanza per l'emergenza Covid, parla il medico che lo ha seguito e lo ha operato tra Messina e Bologna

Lo ha seguito a Bologna dal suo trasferimento fino alla partenza. Il docente universitario e neurochirurgo dell'Istituto Bellaria del capoluogo emiliano, Alfredo Conti, commenta adesso a distanza il ritorno a casa di Gianluca Trimarchi aggredito lo scorso luglio a Santa Teresa Riva all'uscita da un locale. 

Il calvario di Gianluca Trimarchi, condannato l'aggressore

Era stato Conti nel luglio scorso a operarlo al Policlinico di Messina e sempre lui a febbraio a effettuare l'intervento chirurgico di collocazione della protesi e di ricostruzione della teca cranica: "Ha recuperato molto, è autonomo e perfettamente in grado di svolgere praticamente tutte le attività quotidiane e presto tornerà a praticare sport - afferma il professore associato - ma dobbiamo considerare che deve proseguire la riabilitazione e che ha avuto anche dei problemi polmonari, tutto deve procedere con cautela". Gianluca è nella sua casa di Roccalumera ma in quarantena per effetto dell'emergenza covid, parenti e amici hanno potuto vederlo e salutarlo a distanza. Come la sorella Gabriella: "Noi e Gianluca ringraziamo il personale medico che lo ha accudito in questi mesi, chi lo ha seguito anche a Bologna e chi continuerà a seguirlo. Un ringraziamento speciale al professore Conti che è stato per noi oltre che un medico grande professionista, un punto di riferimento e un sostegno". La famiglia ha seguito il neurochirurgo a Bologna per assistere da vicino il ragazzo. 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il rientro di Gianluca Trimarchi a Roccalumera, il neurochirurgo: "Presto tornerà a fare sport"

MessinaToday è in caricamento