Venerdì, 23 Luglio 2021
Cronaca

Gioele, prelevati nuovi reperti geologici dai resti: occhi puntati sul terriccio

Gli accertamenti sui resti del bimbo condotti al polo universitario Papardo. Il team di esperti ha lavorato per più di due ore alla ricerca di risposte

Sono durati più di due ore gli esami sul corpo del piccolo Gioele Mondello. Nel laboratorio di Geologia del polo universitario Papardo il team di esperti nominati dalla Procura ha prelevato reperti geologici dai resti del bimbo, ritrovati lo scorso 19 agosto nei boschi di Caronia. In particolare, l'attenzione dell'equipe di specialisti si è soffermata sul terriccio rinvenuto tra le ossa che successivamente verrà comparato con altri campioni prelevati nei boschi a ridosso dell'autostrada A20. 

A coordinare le operazioni, la geologa forense Roberta Somma, insieme ai  consulenti di parte e ai medici legali Elvira Ventura Spagnolo e Daniele Sapienza. Nei prossimi giorni il team proseguirà con ulteriori accertamenti per tentare di risolvere un caso che al momento resta tra i più complicati. 

Intanto, il prossimo 4 settembre il procuratore Angelo Cavallo ha disposto accertamenti irripetibili sul cellulare e sul tablet di Viviana Parisi. Ad eseguirli sarà l' ingegnere Antonio Consalvi mentre i periti Santi Mangano e Roberto della Rovere dovranno esprimersi sulla dinamica dell'incidente dello scorso 3 agosto in seguito al quale la 43enne è fuggita insieme al figlioletto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gioele, prelevati nuovi reperti geologici dai resti: occhi puntati sul terriccio

MessinaToday è in caricamento