Ancora bloccata nell'elica, imbarcazioni in avaria e multe a gogò: il bilancio di Ferragosto della Guardia costiera

Dalle sanzioni a chi non rispetta le regole alle operazioni di salvataggio: tutti gli interventi di “Mare Sicuro” nelle acque di Milazzo

Non si sono fermate  le operazioni della Guardia costiera di Milazzo per rendere sicuri i mari anche a Ferragosto, al lavoro 3 unità navali e 4 pattugIie .A chiedere aiuto un gommone in navigazione dall’isola di Vulcano e diretto a Portorosa con sette persone a bordo, che ha segnalato un’avaria chiedendo assistenza alla sala operativa della Guardia costiera. Ad intervenire  le due unità, GC A 64 e CP 875, già impegnate in attività di pattugliamento. Il gommone aveva perso accidentalmente l’ancora che era andata ad impigliarsi nell’elica causando il blocco del motore. Liberata l’elica del gommone  questo ha ripreso la navigazione dopo essere stato scortato dalla vedetta CP 875 fino all’ormeggio del sorgitore di Portorosa.

Assistenza nella mattinata del 15 agosto anche per un’imbarcazione con due persone a bordo  che ha avuto un’avaria all’apparato motore durante la navigazione verso il porto di Milazzo, dopo l'intervento è stata  scortata dal gommone GC A64 della Guardia costiera fino all’ormeggio. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sei le sanzioni elevate dalla Guardia di costiera nel weekend di Ferragosto: dai  due diportisti che navigavano entro la fascia destinata alla balneazione, al conduttore di un acquascooter  senza dotazioni di sicurezza. Multe anche ad altre unità da diporto per la violazione del disciplinare dell’area marina protetta Capo Milazzo e per la mancanza di documenti di bordo. Uno stabilimento balneare, infine, è stato multato per violazione all’ordinanza di sicurezza balneare per non avere posizionato le boe di segnalamento delle “acque sicure”. L’operazione “Mare Sicuro” continuerà senza sosta fino al termine della stagione balneare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Far west sui Colli Sanrizzo, insulti e schiaffi tra due famiglie nell'area attrezzata di Musolino

  • Cade da cavallo e sbatte la testa, 18enne in gravissime condizioni

  • Rientro in classe, la pediatra Caputo: “Con queste regole si rischia il caos”

  • Rissa tra ragazzine a Villa Dante, due ferite: quattro pattuglie dei vigili per calmare gli animi

  • Ucciso a Los Angeles il regista Serraino, “Un amore spropositato per Messina che non gli ha mai tributato nulla”

  • La nuova Maserati Corse parla messinese, nel team di progettazione due ex studenti UniMe

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento