rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Santa Margherita

Guerra in Ucraina, l'Istituto "Santa Margherita" avvia una raccolta fondi

L'iniziativa in collaborazione con Unicef a sostegno dei bambini vittime del conflitto

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MessinaToday

L'invasione russa dell'Ucraina che è iniziata il 24 febbraio 2022, ha segnato una sanguinosa escalation militare. La sistematica e pianificata distruzione di infrastrutture ha messo a serio rischio l’esistenza di sette milioni di bambini ucraini. Pediatrie, ospedali e scuole sono state oggetto di bombardamenti con armi pesanti. Purtroppo, in ogni guerra, i bambini e gli adolescenti sono sempre le prime vittime e rappresentano la parte più debole che viene colpita. Per cercare di porre un argine alle loro attuali condizioni e sofferenze, divenute improvvisamente estreme, grazie alla possibilità accordata dalla Dirigente dell’I.C. S. Margherita di Messina, dott.ssa Fulvia Ferlito, sono state poste in essere le seguenti iniziative. Si è realizzata una significativa raccolta fondi, promossa dall’Ins. Francesca Sanfilippo, destinata al Comitato Unicef di Messina, coordinato dalla presidente Angela Faranda, per fattive opere di assistenza, protezione ed istruzione. La donazione ha contribuito ad aiutare l’UNICEF a garantire assistenza e supporto a migliaia di bambini in Ucraina, Polonia, Moldavia, Ungheria e Romania; sono stati forniti aiuti sanitari, kit igienici, didattici, ricreativi per bambini e adolescenti, per lo sviluppo della prima infanzia e per il tempo libero, oltre a coperte, viveri, acqua, medicine, attrezzature mediche, e abiti invernali per bambini, rispondendo alla duplice vulnerabilità per il conflitto e per il Covid-19.

Inoltre, l’Istituto Comprensivo Santa Margherita ha aderito al progetto “Una merenda per l’Ucraina”, proposto da Suor Mariella Lo Turco, direttrice della Comunità Educante delle Figlie di Maria Ausiliatrice di Alì Terme, i cui proventi sono stati devoluti alla causa dei bambini ucraini; in questo caso, il gesto solidale verrà utilizzato per la realizzazione di un rifugio e di uno spazio verde simulato, per fornire dei buoni indumenti e per la preparazione di una mensa ai giovani soldati ed ai profughi al confine. Corre l’obbligo evidenziare che in entrambe le importanti e significative iniziative, gli alunni e relative famiglie dell’Istituto Comprensivo S. Margherita,si sono dimostrati molto sensibili e generosi: la scuola è il luogo in cui l’imparare è il primo passo; il sapere vivere, in pace ed armonia, nel rispetto delle regole è quello successivo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra in Ucraina, l'Istituto "Santa Margherita" avvia una raccolta fondi

MessinaToday è in caricamento