Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Dalla Regione i fondi per gli impianti sportivi, Gioveni: "Ma il Comune non ha presentato i progetti"

L'esponente di Fratelli d'Italia torna a denunciare la mancanza di Palazzo Zanca nonostante le gravi carenze di alcune strutture

Illuminazione mancante, infiltrazioni d'acqua e degrado. Così si presentano alcuni impianti sportivi cittadini che mettono in seria difficoltà le società sportive che le utilizzano. Eppure il Comune non sembra voler sfruttare la possibilità offerta dalla Regione di poter migliorare la situazione attraverso fondi specifici. Una carenza che il consigliere comunale Libero Gioveni torna a denunciare a distanza di alcuni mesi. Lo scorso agosto l'esponente di Fratelli d'Italia aveva sollevato il problema, non risolto nonostante i solleciti della Regione. Da qui il sollecito dello stesso consigliere comunale all'esperto Francesco Giorgio e all'assessore competenze Massimo Finocchiaro. "Naturalmente l’esperto Giorgio -spiega Gioveni - in quella stessa seduta del 29 agosto, dopo aver rappresentato al sottoscritto e all’Aula gli inadempimenti degli uffici, si impegnò a sollecitare gli stessi a dare riscontro alla nota della Regione, soprattutto perché, fortunatamente, la stessa non aveva una scadenza".

Adesso Gioveni torna all'attacco viste anche le gravi carenze che sembrano aumentare. Il consigliere chiede all'amministrazione comunale "se e quando abbiano attivato formalmente gli uffici competenti a riscontrare la nota del 18 maggio dell’assessorato regionale allo Sport dopo la seduta del 29 agosto".

Gioveni chiede anche"quando e quali e quanti impianti e per quali criticità sono stati eventualmente segnalati nell’eventuale dossier tecnico di riscontro alla suddetta nota se, in caso di auspicabile invio già compiuto delle schede tecniche da parte di codesta amministrazione, l’Alassessorato regionale abbia già risposto e in che termini".

"Appare evidente che, in caso di ulteriore e reiterato mancato riscontro alla nota assessoriale, il fatto non potrà che ritenersi di inaudita gravità rispetto alla quale il  sindaco dovrà certamente valutare gli opportuni provvedimenti politici da adottare accertandone le responsabilità, significando che gli stessi provvedimenti, a mezzo della presente, dovranno essere in caso considerati oggetto di formale richiesta da parte del sottoscritto e dell’intero gruppo consiliare, perché l’inerzia, l’immobilismo e le inadempienze sul fronte di un settore parecchio discusso come quello dell’impiantistica sportiva, non possono di certo più essere tollerati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla Regione i fondi per gli impianti sportivi, Gioveni: "Ma il Comune non ha presentato i progetti"
MessinaToday è in caricamento