rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Cronaca

La piscina Cappuccini come uno stagno, aperta "a metà" la Comunale

La lenta agonia dell'impianto di Torrente Trapani ormai in disuso con l'arrivo dell'autunno. Un destino che appare segnato dopo l'annunciato taglio del gas. La "Graziella Campagna" andrà a regime la prossima settimana

Acqua stagnante come la situazione. Questo il quadro desolante della piscina Cappuccini su cui imcombe la decisione del Comune di tagliare la fornitura del gas in attesa che si risolva la querelle con l'Asd Waterpolo che gestisce l'impianto. Sarà il Tar a pronunciarsi in merito alla questione che mortifica ancora una volta l'intero ambiente sportivo messinese. L'impianto di torrente Trapani ha di fatto cessato ogni attività già da inizio mese, le temperature più basse e il maltempo hanno portato alla rinuncia gli atleti che intendevano servirsi della vasca scoperta. Al suo interno l'acqua inizia ad essere verde e fredda, interrotte infatti le procedure di trattamento visto il rischio che possano rivelarsi inutili. La chiusura è vicina e finora nulla si è mosso, neanche dopo la petizione lanciata dall'ex presidente del Cus Nino Micali e sottoscritta da centinaia di messinesi che non vogliono rinunciare al diritto di far sport nella propria città.

La piscina “Cappuccini” è oggetto di un contenzioso tra la Asd Waterpolo Messina e il Comune di Messina, che avrebbe voluto affidare la struttura all'università per vent'anni. E lo scorso 13 gennaio 2022, il Cga  (Consiglio di Giustizia Amministrativa) ha emesso un’ordinanza con la quale sospendeva l’efficacia della sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale di Catania, circa la volontà del Comune di Messina di revocare la gestione dell’impianto alla Waterpolo, restituendo, quindi, con immediata efficacia, la gestione dell’impianto, alla medesima società sportiva. Il 6 dicembre 2021, però,  poco più di un mese prima e in attesa della sentenza del Cga, l’amministrazione comunale aveva comunque provveduto all'affidamento in favore dell'ateneo. 

Acque più calme nella piscina comunale. La "Graziella Campagna" ha riaperto i battenti lo scorso 10 ottobre, così come annunciato dalla stessa amministrazione comunale dopo l'accordo raggiunto con la Federazione Italiana Nuoto. Ma al momento i cancelli restano ancora chiusi per le associazioni sportive e per i singoli utenti. L'impianto andrà a regime a partire dal prossimo 17 ottobre.

Tempi duri per chi vuole praticare la disciplina. Gli atleti possono continuare a servirsi della vasca all'interno della villa Dante. In alternativa, per i più temerari, c'è lo Stretto. Troppo poco per una città di oltre 200mila abitanti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La piscina Cappuccini come uno stagno, aperta "a metà" la Comunale

MessinaToday è in caricamento