rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Cronaca Mili / Strada Statale 114 Orientale Sicula

Mili, in gara l'impianto per l'umido dei rifiuti

Nel febbraio scorso un gruppo di residenti e commercianti aveva contestato il progetto, anche in questo caso fondi del Pnrr per oltre 27 milioni di euro

A Mili si va avanti nel programma degli impianti rifiuti. La Srr Messina Area Metropolitana ha reso noto che è stata pubblicata nelle scorse ore sulla piattaforma Invitalia l'avviso pubblico relativo alla procedura per l'affidamento della realizzazione dell'impianto per il trattamento della frazione umida e di supporto al ciclo depurativo. Progetto contestato da una parte di residenti e commercianti che nel febbraio scorso avevano fatto scattare una petizione e uno dei motivi che avevano convinto la consigliera comunale Giulia Restuccia ad abbandonare la maggioranza a sostegno dell'amministrazione Basile. 

Il bando di gara

Termine per la presentazione delle offerte è fissato alle 10,30 del 28 luglio 2023 mentre il termine per i chiarimenti è fissato al 21/07/2023.

Il progetto nasce dalla proposta del Piano d'Ambito della Srr Messina Area Metropolitana approvato dal Consiglio di Amministrazione della SRR e dall'Assemblea dei Soci in data 18-12-2018 con la previsione di individuare il sito a sud della città di Messina. Su delibera di Giunta n. 829 del 27-12-2019, il Comune aveva preso atto della localizzazione dell'impianto proposto dalla Srr, ritenendo l'ubicazione conforme allo strumento urbanistico vigente.Il programma era stato finanziato dal Pnrr per un importo di 27.184.133,29 euro  l’impianto che sorgerà su un’area di circa 13.000 mq  e tratterà 50.000 tonn/anno di frazione umida dei rifiuti urbani (FORSU) e 10.000 tonn/anno di frazione verde dei rifiuti prodotti da circa 300.000 abitanti (Città di Messina e i 25 comuni della fascia ionica della SRR Messina Area Metropolitana).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mili, in gara l'impianto per l'umido dei rifiuti

MessinaToday è in caricamento